thumbnail Ciao,

Il tecnico è sicuro che l'infortunio del colombiano peserà molto sulle sorti degli avversari di domenica. E lancia anche un sassolino sul processo Scommessopoli.

Per Serse Cosmi la gara contro l'Udinese poteva assumere ben altri connotati visto che si sarebbe trovato difronte il suo gioiellino Luis Muriel. L'attaccante, però, si è infortunato durante la sosta e non potrà scendere per diverso tempo sul rettangolo di gioco.

E propria dall'assenza del colombiano partono le dichiarazione del tecnico intercettato da 'Udineseblog': "Il vero Muriel è già mancato in queste gare: quindi mancherà tanto. E' l'ideale per Di Natale, ma l'Udinese ha Barreto, Fabbrini, Maicosuel, Ranégie che magari conosceremo sul campo. Per cui ha alternative."

L'allenatore ha voluto anche spegnere possibili bollori sulle considerazioni che fece sulla condizione fisica del giovane attaccante: "E' stata una frase interpretata male: volevo fare una battuta. E' un fuoriclasse, il problema vero è il peso, deve diventare atleta, ma senza togliergli anche aspetti che lo rendono grande".

"Lui interpreta il calcio alla sua maniera - ha continuato -, come la sua cultura impone. E' un bravissimo ragazzo, averne come lui! Mi è dispiaciuto che si sia infortunato, mi auguro che torni quello che ho conosciuto, decisivo".

Contro l'Udinese potrebbe avere motivazioni particolari il suo regista di centrocampo, Gaetano D'Agostino: "Non l'ho mai sentito parlare male dell'Udinese: non lo vedo assolutamente nervoso, sa che per il Siena è importante, non per lui. Non credo ci sia rivalsa assolutamente, gli episodi esistono per tutti, poi si va avanti e si dimentica".

Quindi ecco arrivato il momento di parlare del match contro i friulani: "Sarà una gara importante, senza dubbio. Non credo proprio che sia l'Udinese ad aver di più da perdere, tutte e due hanno problemi, gli obiettivi sono diversi, abbiamo entrambe difficoltà, dobbiamo venirne fuori".

"Non facendo risultato, lo stato rimarrebbe di nervosismo per tutte e due le squadre e la cosa non va bene. Siamo consapevoli dell'importanza di questa partita".

Le ultime parole sono per il processo che ha portato non pochi problemi in casa Siena: "Non entro nel merito: dico solo che mi sono visto togliere giocatori fondamentali, come se all'Udinese togliessero Danilo, Domizzi, Fabbrini e Pinzi. Altre giocano con giocatori che poi avranno problemi. Il processo doveva essere unico per tutti".

Sullo stesso argomento