thumbnail Ciao,

Lo sloveno ha subito una lesione durante il match contro la Norvegia che, pur costringendolo a restare lontano dal campo, ha rafforzato la sua volontà di far bene in maglia granata

Dopo una prima stagione passata in ombra tra le fila del Genoa, Valter Birsa ha sposato la causa del Torino per rilanciarsi. Arrivato in prestito con diritto di riscatto, lo sloveno ha spiegato i motivi che lo hanno spinto ad accettare il trasferimento.

"Di Torino e del Torino mi hanno solo parlato: ecco perchè sono felice di essere arrivato, voglio scoprire di persona come si vive il calcio qui - si legge sul sito ufficiale del club granata -. Mi hanno detto che Ventura è un allenatore che sa tirar fuori il meglio da ciascun calciatore: mi dispiace essermi infortunato prima di iniziare la mia nuova esperienza al Toro, però questi giorni di sosta forzata non passeranno invano".

Il giocatore già sta studiando il calcio che vuole il suo nuovo allenatore e spera di mettere al servizio della squadra la sua duttilità tattica: "Oltre a curarmi per guarire il più in fretta possibile, cercherò di capire i movimenti e le situazioni di gioco da interpretare, che il tecnico chiede a ciascun calciatore. In carriera ho cominciato come trequartista, ma da anni ormai faccio l'esterno: di preferenza a destra, così posso accentrarmi per andare al tiro".

Per Birsa si tratta, quindi, di un'occasione da non sprecare assolutamente vista la sua volontà di mettere le radici nel club granata: "I compagni mi hanno accolto subito bene; darò il meglio di me stesso per meritarmi la fiducia che il Toro mi ha concesso, e per cercare di restare qui il più a lungo possibile. Sono in prestito, ma non mi sento solo di passaggio".

L'ex calciatore dell'Auxerre ha dovuto alzare bandiera bianca a seguito di un infortunio subito nella partita contro la Norvegia e che lo terrà lontano dai campi di gioco per almeno tre settimane. Nella giornata di ieri è stato sottoposto ad una ecografia al Centro di Medicina dello Sport di Torino che ha evidenziato una lesione di primo grado del bicipite femorale.

Tra una decina di giorni, come ha spiegato il dott. Renato Misischi, Resposabile dello staff medico granata, Birsa verrà sottoposto ad una nuova ecografia di controllo.

Sullo stesso argomento