thumbnail Ciao,

L'attaccante modenese, tornato a Firenze dopo il biennio 2005-07, è pronto a scendere in campo, "anche se non so ancora quanti minuti ho nelle gambe...".

A 35 anni suonati, Luca Toni sente di poter dare ancora tanto. La Fiorentina lo ha scelto - di nuovo, dopo il felicissimo biennio 2005-07, con 47 reti all'attivo - per aggiungere chili e centimetri al reparto offensivo. Per sapere se quella dei viola sia stata o meno una scelta azzeccata, non resta che interpellare il campo, unico giudice riconosciuto.

"Me la sento sempre di giocare - ha spiegato oggi l'attaccante, a margine della conferenza di rinnovo (fino al 2014) della partnership con lo sponsor Mazda - Spero di riuscire a far vacillare Montella, anche se non so ancora quanti minuti ho nelle gambe. Sarà il mister a decidere, comunque, io spero di scendere in campo, anche se l'importante è vincere. Possiamo fare un buon calcio, qui c'è un bel progetto".

L'amichevole contro l'Al Nasr, in cui è andato a segno dopo soli 15', è stato per lui un buon test: "Penso di aver dimostrato di essere all'altezza di certi ritmi. Sono contento di essere tornato, non mi aspettavo questo calore dei tifosi e non vedo l'ora di scendere in campo per aiutare la squadra. Ora cercherò di prendere questi applausi quando le partite contano".

Una battuta anche sul compagno di squadra Jovetic: "E' un fuoriclasse, questa sarà la sua stagione, ne sono sicuro. Voglio vederlo esultare in campo, penso che quest'anno si toglierà grandi soddisfazioni".

Sullo stesso argomento