thumbnail Ciao,

Il tecnico della Roma è tornato sulle sue critiche al presidente federale, definito in un'intervista come un "nemico del calcio". Una precisazione quasi inusuale per lui...

Un nemico del calcio. Così Zdenek Zeman aveva definito il presidente della Figc Giancarlo Abete. In serata, però, il tecnico della Roma ha parzialmente corretto il tiro: quasi un inedito per lui. Una precisazione, a quanto pare, doverosa, in modo da chiarire meglio i concetti espressi.

"Quanto dichiarato non era riferito alla persona del presidente della Figc - il messaggio inviato dal boemo all'agenzia ANSA - ma al sistema calcio nel suo complesso, che negli ultimi anni ha perso occasioni importanti per riformarsi".

Nell'intervista in questione, Zeman aveva parlato così di Abete: "Non è nemico mio. E' nemico del calcio. Dopo gli scandali, nell'ambiente del pallone c'è qualche miglioramento. Ma temo che sia più paura di essere scoperti che per convinzione. Servono più esempi positivi".

In giornata, intanto, il club giallorosso ha diffuso un comunicato sulle condizioni del portiere Bogdan Lobont, che è stato sottoposto ad accertamenti clinici (ecografia e risonanza magnetica) "che hanno evidenziato una contusione alla milza. Nelle prossime 72 ore il calciatore sarà tenuto sotto osservazione e sottoposto ad ulteriori accertamenti".

In vista del match contro il Bologna, saranno sicuramente assenti lo squalificato Osvaldo e l'acciaccato De Rossi. Recuperato, invece, il brasiliano Castan.

Sullo stesso argomento