thumbnail Ciao,

Conferenza stampa di presentazione per il giovane fantasista classe 1994, interprete d'eccezione è stato il compagno di squadra Alen Stevanovic.

E' uno dei volti meno noti arrivati a Torino ma anche uno di quelli che maggiormente intriga la tifoseria granata: si parla un gran bene di Marko Bakic, 18enne trequartista che la società del presidente Cairo ha tesserato in comproprietà con la Fiorentina.

Il montenegrino oggi è stato protagonista nella conferenza stampa di presentazione, avvalendosi di un interprete d'eccezione, il compagno di squadra Alen Stevanovic: "Sono un po' stanco perchè ho giocato due partite in quattro giorni con la mia Nazionale, però non vedo l'ora di mettermi a disposizione del Torino".

Bakic seguiva anche in patria la Serie A: "Sono contento di essere qui: è un sogno che si avvera. Sono un appassionato del calcio italiano; ho sempre guardato le partite quando ne ho avuto la possibilità e dunque conosco già molti giocatori come per esempio Gillet, Santana e Cerci. Sono appena arrivato, però quest'estate ho fatto una buona preparazione fisica e dunque mi sento pronto per dare il mio contributo alla causa granata".

Sulle sue doti tecniche è lo stesso fantasista montenegrino a scomodare un paragone importante: "Nel mio Paese molti dicono che assomiglio al giovane Kakà, infatti sono più bravo nella fase offensiva che in quella difensiva. Cerco l'assist, provo a far gol ogni volta che posso e, da quel poco che ho visto, il Toro può essere una squadra molto importante per me perchè attacca, vuole sempre giocare a calcio e ama il possesso palla".


Sullo stesso argomento