thumbnail Ciao,

Il patron nerazzurro ha approfittato del Work Shop alla Pinetina per parlare dell'Inter che verrà: "Questa società diventerà un modello anche dal punto di vista economico".

E' nata la nuova Inter. Nuova dal punto di vista della politica societaria, ma sempre "diversa e speciale" come lo stesso presidente Moratti, intervenuto giovedì nel corso del Work Shop alla Pinetina, ha definito. Insomma la soita pazza Inter. Di cui Moratti non si stufa mai. E spiega anche il perchè...

"Non mi stufo perché so che prima o poi questa società sarà un modello, anche dal punto di vista economico", le parole del numero uno nerazzurro riportare dal 'Corriere dello Sport'. "Fate bene a stare accanto all’Inter - ha aggiunto riferendosi agli sponsor - perché anch'io credo molto nel nostro club.  E’ anche una questione di passione verso un qualcosa di “speciale” e di “diverso” che anche i tifosi hanno percepito".

La diversità è nell'indole della squadra nerazzurra: "Noi siamo diversi da società come Real Madrid, Juventus e Milan, quindi cosa c’è di male? Nulla: l’Inter, finché ci sarò io, sarà qualcosa di diverso.  L’obiettivo di questa società resta giocare bene e vincere il tutto con determinati valori che dobbiamo mantenere", le dichiarazioni di Moratti sottolineate da 'Tuttosport'.

Non solo parole, ma anche fatti. Testimoniati da un mercato attento al monte ingaggi e di sacrifico in vista all'entrata in vigore del fair play finanziario. L'addio di bandiere come Maicon, Julio Cesar e Lucio sanciscono un taglio netto col passato del Triplete per cominciare una nuovo viaggio verso il successo. Che passerà anche dalla costruzione del nuovo stadio grazie all'entrata in scena della cordata cinese che rileverà il 15% delle azioni nerazzurre.

E poi c'è la scelta di Stramaccioni. La fotografia della svolta politica. "Non è stata una scelta coraggiosa, perché sono sempre stato convinto che lui aveva tutte le doti necessarie per svolgere questo compito. E fortunatamente non ho sbagliato nell’individuare le capacità di una persona che ha saputo prendere in mano benissimo la responsabilità più alta". La gioventù, l'esperienza e la diversità. Tutti gli ingredienti per aprire un nuovo ciclo.

Sullo stesso argomento