thumbnail Ciao,

"Ho accettato volentieri e sono rimasto qui, mi sono impegnato al massimo e sono felice di aver raggiunto l'obiettivo della promozione con la Sampdoria"

Un anno fa, quando la Sampdoria retrocesse in Serie B, furono tante le squadre che si interessarono a Daniele Gastaldello, difensore nel giro della Nazionale. Tra queste la Juventus, che fece una proposta al giocatore, che alla fine però decise di restare a Genova, spinto dal forte legame con la maglia blucerchiata.

A distanza di un anno Gastaldello non rimpiange quella decisione, che gli ha permesso di guidare la Samp verso il ritorno in Serie A: "Sinceramente rifarei la stessa scelta. Un giocatore deve avere delle ambizioni però quello che è successo un anno fa è acqua passata. Visto gli ottimi rapporti con la società abbiamo deciso che non dovevamo separarci. Ho accettato volentieri e sono rimasto qui, mi sono impegnato al massimo e sono felice di aver raggiunto l'obiettivo con la Sampdoria, contento di questa scelta. La promozione in serie A non è merito mio o di Nicola Pozzi che ha segnato tanti goal ma della società".

Adesso sarà importante difendere il posto nella massima serie: "L'obiettivo resta la salvezza tranquilla, prima la conquistiamo e prima possiamo pensare ad altri obiettivi. Questa squadra deve mettesi in testa solo la salvezza, dobbiamo cresce e imparare molto, lavorare duro, anche perchè se pensiamo che due risultati utili consecutivi in serie a possano risolvere i problemi non abbiamo capito nulla. Cadiamo nuovamente nell'errore di due anni fa".

Sullo stesso argomento