thumbnail Ciao,

Il vice-allenatore del Milan ha parlato anche del modulo dei rossoneri: "Penso che dovremmo avere delle alternative allo schema base, che è il 4-3-1-2".

Non mancano i problemi in casa Milan. I rossoneri, a stagione appena iniziata, si trovano infatti a far fronte al duplice problema dei troppi infortuni e dell’esclusione dalla Champions dei due nuovi arrivati Traorè e Niang. Il vice di Massimiliano Allegri, Mauro Tassotti, intervistato da ‘Milan Channel’, ha fatto un po’ di chiarezza su questi temi.

“I nuovi sono arrivati quasi tutti negli ultimi giorni di mercato. – ha sottolineato – Con la sosta avremo la possibilità di lavorare con loro, anche se Pazzini è in Nazionale. Avremo qua De Jong, Niang, Bojan, per cui ci sarà l'opportunità di lavorare con loro per dodici/tredici giorni prima della prossima partita. Questo riteniamo sia importante”.

Secondo Tassotti, dunque, è presto per criticare il mercato dei rossoneri. “De Jong si è ritrovato catapultato in campo, l'abbiamo trovato in stazione per la prima volta e per l'infortunio di Montolivo si è ritrovato in campo. – ha spiegato – Anche in un ruolo non suo ha dato il suo contributo ed è stato importante. De Jong e Bojan sono giocatori che hanno già esperienza importante, sia uno che l'altro. Niang è un ragazzo, a Bologna l'abbiamo buttato dentro negli ultimi minuti”.

Per il vice-allenatore rossonero ci sono le premesse perché si inseriscano bene in squadra: “Credo che ci daranno un aiuto importante. – ha affermato – perché sono giocatori bravi, starà a noi farli integrare il più in fretta possibile”.

Infine alcune considerazioni di carattere tattico. “Credo che dovremmo avere della alternative al nostro modulo classico che è il 4-3-1-2, poi delle volte bastano le sfumature. – ha detto Tassotti – A volte si possono tenere i giocatori negli stessi ruoli e sono le sfumature che fanno la differenza”.

“Sabato quando c'era da mettere al sicuro il risultato abbiamo avuto la possibilità di allargare Boateng a destra, così ci siamo messi con un 4-4-2 per congelare un po' il risultato. – ha spiegato – La cosa è venuta bene, ma dobbiamo avere più possibilità, avendo così tanti giocatori possiamo farlo”.

Sullo stesso argomento