thumbnail Ciao,

Quagliarella e Matri sembrano perennemente sotto esame in casa bianconera, ed ora c'è anche Bendtner... Se non sfodereranno buone prestazioni, a gennaio la Juve correrà ai ripari.

La ricerca della Juventus del top player da regalare all’attacco si è fermata, o almeno è stata  provvisoriamente rinviata a gennaio, quando si potrà fare già un bilancio provvisorio. Manca ancora del tempo ed è quello necessario a Matri e Quagliarella  per rilanciarsi in bianconero o per riconfermare il trend negativo della passata stagione.

Le strade sono un po’ più spianate per Matri che, anche se anoressico in zona goal dal 25 febbraio scorso, ha potuto trovare qualche spazio durante gli impegni estivi. Soffia un vento propizio per l’attaccante che già contro l’Udinese dovrà trovare se non il goal un’ottima prestazione. Il fronte Quagliarella è più complicato, il napoletano è stato praticamente inutilizzato quest’estate e, salvo clamorosi colpi di scena, l’allenatore difficilmente punterà su di lui.

Se entrambi dovessero fallire, a gennaio la dirigenza bianconera si pronuncerà sulla loro permanenza magari rimettendosi a caccia di un attaccante di alto profilo da affiancare a Vucinic e al neo arrivato Bendtner. In lizza ci sono Drogba - lo Shangai Shenhua è in crisi per il mancato pagamento dei giocatori - e Llorente che da gennaio potrà firmare un contratto con un nuovo club svincolandosi dall’Athletic Bilbao.

Sullo stesso argomento