thumbnail Ciao,

L'ex tecnico nerazzurro al veleno attraverso le pagine de 'Il Mattino': "Guarda caso, quando c’è un'ingiustizia, di mezzo c’è sempre lei, la Juventus".

Elkann, Mazzarri e chi più ne ha più ne metta. Il campionato non è neanche iniziato, ma la vittoria juventina in Supercoppa ha sollevato un polverone di polemiche di dimensioni abnormi, con azzurri e bianconeri ha rispondere continuamente a provocazioni e controprovocazioni. Ora c'è spazio anche per l'Inter.

L'ex tecnico dei nerazzurri stagione 97/98 Gigi Simoni, infatti, si è schierato dalla parte di Mazzarri: "Ha ragione soprattutto quando dice: 'ma come, parla proprio la Juventus?'. Guarda caso, quando c’è un'ingiustizia, di mezzo c’è sempre lei. Quando c’è una squadra favorita da un arbitro, il destino vuole che sia quella bianconera" le dure parole a 'Il Mattino'.

Il 1998 verrà ricordato come l'anno con più decisioni dubbi dell'ultimo ventennio: "Quel rigore non dato da Ceccarini e che aveva visto l’Italia intera, arrivò al culmine di una stagione in cui la Juve non ebbe altro che favori arbitrali. Una ferita aperta? Lo può ben dire.

Rodomonti non diede un gol all’Empoli clamoroso: la palla era entrata di mezzo metro, più o meno come il gol del Milan a San Siro quest’anno. E il salvataggio in porta di Ciro Ferrara nella gara con l’Udinese? Sa che le dico: ha ragione Mazzarri, la Juventus deve stare proprio zitta".


Non si può non parlare di terza stella: "Sì, quando mettono quella stella mi fanno davvero innervosire. Rivogliono lo scudetto del 2006? E allora a me diano lo scudetto del ’98. Lo assegnino all’Inter. L’abbiamo vinto sul campo. Mentre quelli che invocano loro li hanno perduti per delle sentenze della giustizia sportiva".

Sullo stesso argomento