thumbnail Ciao,

Il tecnico punta il dito contro un calendario di agosto fitto di impegni che complica la marcia di avvicinamento al match col Braga: "Di Natale sarà il nostro uomo in più".

E' un Francesco Guidolin polemico, quello che si concede a un'intervista della 'Gazzetta dello Sport'. Il tecnico dell'Udinese, alla vigilia del preliminare di Champions League contro lo Sporting Braga, punta il dito contro un calendario di agosto fitto di impegni che a suo dire penalizza la marcia di avvicinamento dei friulani.

"Ci troveremo nuovamente a giocare tre partite in sei giorni, perché il 25 c'è il campionato. È un'assurdità che danneggia lo sport - evidenzia Guidolin - Vogliono favorire le tv? Va bene, ma non va bene per lo sport. E che dire delle nazionali a Ferragosto? A una settimana da una partita del genere me ne portano via 9 e io ho bisogno di provare la squadra. Poi, per carità, io sono contentissimo che Fabbrini sia stato chiamato da Prandelli".

Fatto sta che il doppio confronto con i lusitani è ormai alle porte e Guidolin ha le idee chiare su chi affidarsi: "Di Natale è il nostro uomo in più, e mi auguro lo sia col Braga. È il riferimento assoluto, l'ho notato col Southampton. Ai ragazzi è bastato vederlo in campo. Lui dà sicurezza a tutti", ha detto.

Infine, ecco una disamina sia tecnica che tattica di alcune situazioni dopo circa un mese di preparazione estiva: "Il 3-5-1-1 è collaudato e chi viene qui lavora per apprenderlo al meglio - sottolinea l'allenatore - Muriel e Totò possono giocare insieme, Willians cresce di condizione e sono convinto che saprà darci una grossa mano. Obiettivi? Entrare in Champions e 40 punti il prima possibile...".

Sullo stesso argomento