thumbnail Ciao,

Il tridente Barrientos, Gomez, Bergessio non punge e gli amaranto ne approfittano per passare in vantaggio con un gran goal di Sarno. Almiron sigla poi la rete dell'1-1.

Al Granillo il Catania non riesce a incidere, nonostante il tridente Barrientos, Gomez e Bergessio mandato in campo dal tecnico rossazzurro Maran. Gioca meglio la Reggina, anche lei con il tridente offensivo, composto dal giovane Sarno, da Stuani e da Ceravolo.

Sono proprio gli amaranto a portarsi in vantaggio al 17' con Sarno: il giovane attaccante vince un contrasto e indovina il sinistro a giro dai trenta metri, che non lascia scampo ad Andujar. Gli etnei però non ci stanno, e provano subito a ristabilire la parità.

Gomez manca l'aggancio a pochi metri dalla linea di porta, poi Stuani di testa chiama alla parata in due tempi Andujar. Al 29' gli sforzi dei rossazzurri di Maran sono premiati: Almiron pesca il jolly con il destro da fuori area, e supera imparabilmente il portiere di casa Baiocco.

Nella ripresa Maran manda in campo Castro per Gomez. Al 62' Legrottaglie di testa non inquadra la porta, poi Andujar salva prima su Comi poi su Bombagi. L'ultima occasione della serata capita sui piedi di Llama, che prova il tiro vincente all'85' ma non trova la porta.

Il tabellino della gara:

REGGINA-CATANIA 1-1
RETI: 17' Sarno (R), 29' Almiron (C)
REGGINA (3-4-3): Baiocco; Adejo, Freddi, Di Bari; Melara (75' D'Alessandro), Rizzo, Barillà (56' Hetemaj), Rizzato, Sarno (64' Angelilli), Stuani (56' Comi), Ceravolo (64' Bombagi). All. Dionigi
CATANIA (4-3-3): Andujar, Alvarez, Bellusci, Legrottaglie (64' Marchese), Capuano, Almiron (71' Llama), Izco, Lodi, Barrientos (75' Antenucci), Gomez (46' Castro), Bergessio (64' Morimoto). All. Maran
ARBITRO: Doveri (Roma)

Sullo stesso argomento