thumbnail Ciao,

Il giovane centrocampista francese ha rilasciato la sua prima intervista in bianconero, dichiarando di voler lasciare il segno nella storia del club piemontese.

Era già stato aggregato in gruppo da qualche giorno, ma è rrivata solo in giornata l'ufficialità: Paul Pogba è un nuovo giocatore della Juventus. Lo stesso giovane centrocampista ha rilasciato la sua prima intervista all'interno del museo del club bianconero, dichiarandosi pronto a giocare nel nostro campionato e desideroso di diventare un nuovo idolo dei tifosi.

Come riportato sul sito ufficiale della società, Pogba ha espresso tutto il suo entusiasmo al termine del tour del museo: "Sono contento di aver visto le foto della storia della Juve, ho notato che ci sono tantissimi campioni. che hanno militato in questa quadra. Spero di far parte in futuro di questo gruppo di campioni per condividerne la storia. Sono contendo di essere qua, è un onore per me".

Il giovane francese non vede l'ora di scendere in campo contro quei giocatori che, finora, aveva visto solo in foto: "Tra i giocatori passati conoscevo Platini, Nedved, Roberto Baggio, tra quelli di oggi invece Pirlo, Buffon, Marchisio, Chiellini. Li apprezzo molto, Sono giocatori di grande qualità e ho davvero voglia di giocare con loro. Li ho visti in fotografia e adesso giocherò con loro, spero di avere una buona intesa con tutti".

Un inizio di carriera segnato da allenamenti fianco a fianco con altrettanti campioni: "Ho cominciato a giocare a Manchester quando avevo 16-17 anni, ho giocato con grandi nomi come Paul Scholes, Ferdinand , Rooney. Ho avuto la possibilità di ammirare il loro livello di gioco eccellente. Oggi alla Juve con giocatori come Pirlo sarà lo stesso, sono davvero contento di questo nuovo percorso e spero di fare ancora meglio".

Poi un commento sul nostro campionato e sullo 'Juventus Stadium': "La Serie A è un pò come tutti gli altri campionati. Mi è stato detto che il livello di gioco è molto buono e i tifosi sostengono i loro beniamini. Spero di entrare nei loro cuori e che sostengano anche me allo stesso modo. La vicinanza dei tifosi qui allo Juventus Stadium è un aspetto che da un lato può aiutare i giocatori, ma può anche far sentire più pressione: tuttavia mi piace quando i tifosi gridano il tuo nome e ti danno una marcia in più".

Pogba non si descrive, ma le ambizioni sono già altissime: "Non mi piace molto parlare di me, quando scenderò in campo saprete tutto di me. Mi paragonano a Vieira, è un complimento per me. Spero però di diventare più forte di lui, prendendo alcune sue qualità ma dando vita a qualcosa di nuovo".

Sullo stesso argomento