thumbnail Ciao,

Tournée negli States archiviata. Ma ora si fa di nuovo sul serio. A Irdning Zeman fa correre i nuovi arrivati e inizia il lavoro tattico. In attesa che Sabatini sistemi esuberi...

Squadra quasi al completo e secondo giro di allenamenti in Austria per la Roma. Per i neo arrivati sono in arrivo le tanto desiderate – dal mister, sia chiaro - ripetute, per gli altri più attenzione per velocità e lavoro tattico.

Alte quote, aria fresca e buona, a migliaia di chilometri dall’American dream che tanto aveva entusiasmato i ragazzi e gli stessi americani. Zeman mette il punto a quell’esperienza a cavallo fra il marketing e il divertimento e ora si lavora di nuovo con la squadra quasi completa.

Irdning in Val Pusteria ha il suo fascino. Il tecnico vi trova l’incanto giusto, come già Capello quando era c.t. dell’Inghilterra, per darsi una lucidata e far apprendere alla squadra che in montagna si lavora e ci si sfianca e che la Serie A sarà la montagna da scalare.

Il boemo era stato chiaro, appena arrivato aveva lanciato un messaggio alla società: voglio almeno due giocatori per ruolo il prima possibile. La squadra è quasi al completo e ora chi è restato a Roma aspetta solo il via per andarsene. In lista ci sono Heinze, Rosi, José Angel, Nego, Pizarro, Perrotta, Guberti, Okaka, Borriello.

Se tutti partiranno entreranno bei soldi sia direttamente dalle cessioni, sia dal risparmio sul monte ingaggi. Questo permetterà ai giallorossi di riprendere le vie del mercato e di tornare a casa con qualche ragazzo da smistare in difesa. Sempre un centrale e almeno un terzino, il più possibile duttili, pieghevoli, flessibili.

Intanto domenica Zeman potrà provare la squadra contro una selezione locale: ci saranno Balzaretti, Castan, De Rossi, Destro, Piris e Tachtsidis, tutti probabili zoccoli della Roma del futuro.

Sullo stesso argomento