thumbnail Ciao,

Il Mr viola fa il punto della situazione e si dichiara soddisfatto sia dal mercato operato dalla società che da come sta procedendo il ritiro di Moena.

Di solito Vincenzo Montella dice le cose come stanno. Lo ha sempre fatto, fin da giovane, arrivando spesso allo scontro con i sui compagni o allenatori. Tra le liti con Capello che lo lasciava in panchina ai tempi di Roma e gli schiaffoni volati con Menez durante la sua breve esperienza alla guida dei giallorossi. Montella è un tipo tosto e se dice una cosa c'è da fidarsi.

"Avevamo un grandissimo bisogno di nuovi acquisti per completare la squadra e la dirigenza si sta muovendo molto bene regalandoci gli elementi giusti" è quanto dichiarato dall' Aeroplanino durante la presentazione della squadra in piazza a Moena, sede attuale della Fiorentina.

Il tecnico aggiunge a tal proposito: "Conoscevo già la località, ma sono nuovamente sorpreso, a parte qualche episodio, sta procedendo tutto per il verso giusto e siamo carichi".

Dunque Montella si dichiara in sintonia con la società che ha operato una vera e propria rivoluzione in tutti i reparti. Gli acquisti di Roncaglia, El Hamadaoui e Cuadrado, a cui si sono appena aggiunti Borja Valero e Gonzalo Rodriguez, hanno ricreato una buonissima base e sostituito i vari elementi ceduti dalla Fiorentina. "Il presidente ha fatto un buon lavoro e ci sta caricando molto, manca ancora qualcosina ma siamo a buon punto".

Dunque c'è da credere che il neotecnico viola sia davvero in sintonia con Della Valle e Pradè e che creda fermamente nella squadra che sta nascendo. Certo non mancano le spine visto il poco celato riferimento agli stravizi di Cerci e la situazione indecifrabile che sta avvolgendo il futuro di Jojo Jovetic, ancora dubbioso su quale sarà la sua scelta, restare a Firenze o emigrare per altri lidi, magari bianconeri.

Sullo stesso argomento