thumbnail Ciao,

Moratti è entusiasta per l'accordo con la 'China Railway': "Faremo il meglio per rendere felici i tifosi. Lucas? Branca non è in Brasile per chiudere..."

Il patron si è detto "contento e orgoglioso" dell'intesa con i nuovi investitori che aumenta le chances per lo stadio di proprietà, mentre sul brasiliano predica calma.

L'ingresso di nuovi investitori cinesi nell'Inter ha senza dubbio migliorato l'umore di Massimo Moratti. Il patron nerazzurro, all'uscita degli uffici Saras, ha espresso tutta la propria soddisfazione per l'accordo con la cordata orientale.

"Loro sono molto contenti e orgogliosi, tanto quanto lo sono io - ha dichiarato Moratti parlando dell'intesa con 'China Railway Construction' - E' un'operazione che, al di là del fatto sportivo, ha un significato economico-finanziario per il Paese. La decisione di investire in Italia, da parte di un Paese com'è la Cina, è molto importante".

Il capitale sociale, dunque, aumenterà e ciò aumenterà le chances di veder sorgere uno stadio di proprietà: "Adesso vedremo, tutto nasce ora e vedremo poi di scegliere le cose migliori e più utili perchè i tifosi possano essere contenti", ha precisato il presidente nerazzurro.

Infine, una battuta sul mercato e più precisamente sull'affare Lucas: "Branca non è in Brasile per chiudere, ma per seguire e monitorare la situazione. Poi vedremo…", ha precisato Moratti in merito alla trattativa per portare il fantasista del San Paolo in Italia.

Sullo stesso argomento