thumbnail Ciao,

Il tecnico siede sulla panchina nerazzurra dalla fine della scorsa stagione: "Ma il passaggio dalla Primavera è stato difficile". Sullo Scudetto: "Sbagliato non parlarne mai?".

Andrea Stramaccioni e Massimo Moratti hanno un ottimo rapporto. Il giovane tecnico dell’Inter, d’altronde, è un’intuizione proprio del suo presidente, che lo ha piazzato in panchina dopo l’ottima esperienza con la Primavera nerazzurra: “Mi sento protetto e so che un vantaggio simile non l’hanno avuto tutti”, ammette Strama. Capitolo mercato: Wesley Sneijder non si muove. Concentrazione massima per l’esordio in Europa League contro l’Hajduk Spalato. E sullo Scudetto…

Stramaccioni ha preso il posto di Claudio Ranieri nelle ultime partite dell’ultimo campionato. Il tecnico romano non ha paura di niente, anche se “è difficile spiegare cosa vuol dire stare in una prima squadra, e una prima squadra come l'Inter poi. Il passaggio dalla Primavera è una voragine, qui c'è un altro mondo che si muove, sentirsi protetti però è un bella sensazione, e so che è un vantaggio che in passato non ha accompagnato molti”.

Il presidente lo ha voluto in panchina dopo la vittoria della Next Generation Series, la Champions League delle giovanili. “Con Moratti c'è stato un contatto quotidiano fin dal primo giorno. Lui all'inizio si informava, voleva sapere dell'allenamento, dei giocatori, anche piccoli particolari. Adesso – confessa l’allenatore al ‘Giornale’ - il nostro è diventato un confronto, un passaggio nel nostro rapporto che ritengo fondamentale”.

Sneijder tentato dal Real Madrid di Mourinho? Il fantasista e il tecnico portoghese sono molto legati. Strama però si fa una bella risata: “Ma stiamo scherzando? Lui è qui, è al centro e su di giri. All'allenamento ha portato ad Appiano anche moglie e figlio".

L’Inter sta cercando di rinnovare la squadra. Via diversi eroi del Triplete, dentro forze fresche e volti nuovi dall’ingaggio meno oneroso. Lucio è uno delle colonne che ha lasciato il gruppo: ora è ai rivali della Juventus. Dove spera di raggiungerlo anche l’attaccante Giampaolo Pazzini… “In loro c'è ancora molta voglia di giocare ad alti livelli e questo non lo posso criticare. Il resto lo tengo per me" taglia corto Stramaccioni.

Vicenda Maicon. Il terzino brasiliano sogna il Real, però è ancora un giocatore nerazzurro ed è stato inserito nella lista Uefa. Nessun problema con il ragazzo: “No – conferma il tecnico al 'Giornale' - e poi il regolamento è cambiato. Il 13 agosto verrà presentata una seconda lista per l'Europa League e un'eventuale presenza non impedisce di giocare in un'altra squadra la Champions fin dal primo turno (…)”.

Ancora un mese di mercato e poi la testa sarà solo al campo. La stagione dell’Inter però comincia il 2 agosto: c’è il terzo turno dei preliminari di Europa League contro l’Hajduk Spalato. Stramaccioni è fiducioso:
“A Spalato ci arriviamo preparati mentalmente e fisicamente. Contro il Celtic (l’ultima amichevole, ndr) è stato un buon test, importante non aver perso, ma il 2 agosto è una data insolita per le squadre italiane”.

Chiusura criptica: “Non parlo mai di Scudetto? E’ sbagliato forse?”. I tifosi nerazzurri sperano di sì.

Sullo stesso argomento