thumbnail Ciao,

Il neoacquisto rossoblù, arrivato in prestito dalla Juventus, è pronto per la nuova sfida: "Avevo una proposta dall'estero, ma il mio obiettivo era venire a Bologna...".

"Per il Bologna sono pronto a mangiare l'erba del campo, tanto è l'entusiasmo e la voglia di fare bene che mi spingono in questa nuova avventura". Marco Motta ha voglia di spaccare il mondo. Dopo l'esperienza in prestito a Catania, arriva per lui un'altra occasione per dimostrare le proprie qualità e scrollarsi di dosso l'etichetta di eterna promessa.

"Il presidente Guaraldi e il dg Zanzi, col quale ho un rapporto datato ai tempi dell'Atalanta, mi hanno inseguito con tenacia e perciò ho deciso di prendere questa opportunità che cade nel momento più importante della mia carriera", le parole del difensore nel corso della sua presentazione, riferite dalla Gazzetta dello Sport.

Motta, prelevato dalla Juventus in prestito con diritto di riscatto della metà, sa che non può più sbagliare: "In passato ho commesso errori che mi hanno frenato, li ho analizzati e adesso credo di sapere come ripartire. Dopo tanti cambiamenti e una positiva parentesi a Catania, ho bisogno di stabilità", ha spiegato il giocatore, al sesto trasferimento nelle ultime sette stagioni.

In chiusura, il terzino classe 1986, che ha firmato un quinquennale, ha definito Bologna come "la piazza ideale per togliermi tante soddisfazioni. Avevo una proposta dall'estero, ma il mio obiettivo era venire qui. Ora voglio solo guardare avanti".

Sullo stesso argomento