thumbnail Ciao,

Con la vittoria di misura sui rossoneri l'Inter, grazie alle realizzazioni di Guarin e Palacio, si aggiudica per l'ottava volta il Trofeo.

La terza ed ultima partita del Trofeo Tim ha messo difronte le due squadre di Milano. Partono forti i rossoneri con Boateng che s'inventa un tirocross che mette a dura prova i riflessi di un attento Belec che si rifugia in angolo. Anche in questo caso la squadra che ha riposato fatica ad ingranare.

Il pallino del gioco è nei piedi del Diavolo che detta i tempi della partita e schiaccia i cugini nella propria trequarti. Il primo squillo dell'Inter è ad opera di Coutinho che viene liberato al tiro da Milito ma il suo destro viene bloccato da Amelia.

Ci prova dalla grande distanza l'ottimo tiratore Guarin ma la sua sassata sorvola largamente la traversa. Guadagna metri la squadra di Stramaccioni che trova l'esterno della rete con Palacio lanciato in profondità da Coutinho, bravo a rubare un pallone a centrocampo e ad innescare il compagno di squadra.

La regola di chi sbaglia subisce vale anche nelle amichevoli ed ecco la rete del Milan con El Shaarawy. Il Faraone prende controtempo Chivu e scarica alle spalle di un incolpevole Belec. E' l'1-0 e, se dovesse finire così, il trofeo verrebbe vinto dalla squadra con l'età media più bassa.

L'Inter non ci sta e prova da subito a ristabilire la parità con una punizione di Chivu che finisce alta sopra la traversa. Inizia la girondala dei cambi con Allegri che dà spazio a parte degli ultimi giovani rimasti inutilizzati.

Nonostante sia ricco di 'ragazzini' in campo, il Milan mette alle corde la retroguardia dell'Inter che riesce a salvarsi grazie soprattutto alla reattività del suo portiere. Nerazzurri che trovano il pareggio con il colombiano Guarin che deposita la palla in rete con un colpo di testa sul pregievole servizio di Palacio.

Guarin che cerca la doppietta personale con un colpo al volo dal limite dell'area di rigore ma la sfera non inquadra lo specchio della porta. Adesso è l'Inter che detta i tempi con il Milan incapace di contrastarlo.

E' il preludio al goal che arriva grazie alla furbizia di Cambiasso che batte velocemente un calcio di punizione e lancia Palacio: l'argentino semina in velocità Acerbi e brucia Pazzagli in uscita. Reazione d'orgoglio dei rossoneri che si propongono con convinzione nella trequarti avversaria ma non trovano l'acuto vincente per rimettere in piedi il risutato.

L'Inter può colpire nuovamente in contropiede ma Longo viene chiuso in angolo da un intervento deciso del parietà Albertazzi. Gli ultimi minuti sono una vetrina per chi non ha avuto spazio nelle precedenti partite. La Beneamata supera anche il Milan e si aggiudica il trofeo a punteggio pieno.

IL TABELLINO

INTER-MILAN

MARCATORI: 16' El Shaarawy, 25' Guarin, 31' Palacio

INTER (4-3-3) : Belec; Nagatomo (38' Bianchetti), Silvestre, Chivu, Mbaye (20' Jonathan); Zanetti, Cambiasso, Guarin; Coutinho (43' Benassi), Palacio (43' Pasi), Milito (29' Longo). A disp: Handanovic, Castellazzi, Samuel, Del Piero, Forte. All: Stramaccioni

MILAN (4-3-1-2) : Amelia (20' Pazzagli); Antonini, Albertazzi (43' Iotti), Acerbi, Mesbah; Traore (40' Prosenik), Cristante, Valoti; Boateng (20' Carmona); Ganz, El Shaarawy (33' Emanuelson). A disp: Narduzzo, Bonera, Yepes, De Sciglio, Taiwo, Ambrosini, Robinho. All: Allegri

Sullo stesso argomento