thumbnail Ciao,

La dirigenza del Torino vorrebbe rinforzare il centrocampo attingendo dai blucerchiati. In particolar modo piace lo storico capitano ligure Palombo.

Della categoria dei giocatori da rilanciare fa sicuramente parte Angelo Palombo. La bandiera della Samp, approdata a Genova nel 2002, ha vissuto nell’ultima stagione un momento di crisi. Ha praticamente giocato solo la prima parte con la maglia blucerchiata, dopo il prestito all’Inter è stato utilizzato solo 3 volte e poi è caduto nell’oblio dell’allenatore e dei tifosi.

La dirigenza del Torino, con in testa il presidente Cairo, è adesso però vogliosa di accaparrarsi il centrocampista, ma è il giocatore a non volere il trasferimento. Palombo ha 30 anni, si sente ancora in grado di poter calcare palcoscenici più importanti. In assenza di altro però i granata potrebbero essere la spiaggia sulla quale giocarsi l’ultima carta, possibilmente vincente, quella del rilancio.

In alternativa Cairo considera anche Tissone, cinque anni più giovane dell’italiano e con alle spalle un ottimo rendimento al Malaga. Arrivare all’italo-argentino sembrerebbe più semplice, il Torino può far gioco-forza sulla Samp perché il contratto del giocatore scadrà nel 2013 e la dirigenza non può permettersi di lasciarlo andar via a parametro zero. Le pretese del giocatore si attesterebbero intorno a un ingaggio netto di almeno 750 mila euro a stagione.

Intanto Ventura blinda Ogbonna: “Resta ancora almeno un anno con noi, Bianchi forse”. Il Torino scambierebbe volentieri quest’ultimo con Pozzi. Sulla mediana resta forte l’interesse per Rigoni del Chievo.

Sullo stesso argomento