thumbnail Ciao,

Il difensore che sta per iniziare la sua quinta stagione in gialloblu è pronto per una nuova sfida con un Parma ancora protagonista. Dispiacere per la cessione di Ciccio Valiani

Compirà 35 anni tra tre giorni esatti, quinta stagione a Parma per lui il che significa essere divenuto ormai un vero e proprio idolo per i tifosi ducali e una bandiera per il club. L'ex livornese Alessandro Lucarelli è super concentrato in ritiro per una nuova affascinante stagione che il giocatore si augura possa prendere il via esattamente come era finita quella precedente e ossia con la compagine emiliana che dopo aver tanto faticato, a momenti riusciva a centrare la qualificazione in Europa League.

Dal mare di Olbia alla montagna di Levico: "ovviamente si stava meglio in Sardegna col mare e la piscina, scherzi a parte qui a Levico veniamo già da un paio di anni e ci troviamo bene, stiamo facendo una preparazione importante e i carichi di lavoro iniziano a sentirsi com'è giusto che sia". Il giocatore quasi 35enne vede un Parma che punta sempre di più sui giovani, uno di questi è Fideleff: "ci sono ragazzi che hanno dieci anni in meno di me, la concorrenza fa piacere perchè tutti si dovranno impegnare allo stesso modo per avere il posto".

Sul piano personale, ad Alessandro Lucarelli non va di fare progetti: "penso soltanto alla squadra, d'altronde a 35 anni non posso permettermi di stare a pensare chissà cosa, mi vivo gli ultimi anni della mia carriera dando tutto per questa maglia e cercando di levarmi le mie soddisfazioni". A proposito di squadra, Lucarelli indica la via per far bene anche quest'anno: "dovremo riprendere esattamente da dove ci siamo stoppati e ossia dalle vittorie, è assolutamente certo che siamo una squadra che può far bene ma dovremo dimostrarlo sul campo".

Infine un pensiero su un centrocampista appena arrivato ossia Marco Parolo dal Cesena, e uno che è appena andato via vale a dire Francesco Valiani che dalla prossima stagione giocherà con la maglia bianconera del Siena: "Marco è un giocatore importante e lo ha già dimostrato nelle passate stagioni con la maglia del Cesena, io personalmente però sono molto dispiaciuto della cessione di Francesco in quanto anche se magari non giocava tantissimo, era un uomo fondamentale per lo spogliatoio, sapeva fare gruppo".

Sullo stesso argomento