thumbnail Ciao,

"Vogliamo migliorare l'organico, 32 elementi sono troppi per affrontare la nuova stagione. Sfoltiremo", ha spiegato il presidente Pulvirenti.

E' iniziato oggi il raduno del Catania, al Torre del Grifo Village. Un Catania che, dopo la buona scorsa stagione, in cui sembrava addirittura poter puntare a qualcosa in più della sola salvezza, vuole ripetersi e magari anche migliorarsi.

"Vogliamo continuare a crescere - ha detto il presidente rossazzurro, Antonino Pulvirenti, intervistato dal Corriere dello Sport - E quando parlo di crescita considero sia la componente tecnica sia quella economica. Però, lo sapete, questa crescita non si può realizzare se non si mantengono i piedi ben saldi per terra, quindi cominciamo pensando alla salvezza, se poi ci ritroveremo impegnati su altri fronti vedrete che ci faremo trovare pronti".

"Il campionato dello scorso anno verrà comunque ricordato come altamente positivo - ha detto ancora il numero uno del club siciliano - Al di là del finale un po' così dovuto anche a un calo di stimoli in conseguenza del fatto che non eravamo abituati a lottare per obiettivi diversi dalla salvezza. Se dovessimo trovarci a competere per traguardi ambiziosi, questa volta risponderemo a dovere".

Diversi i giocatori rossazzurri protagonisti nei rumors di calciomercato, ma Pulvirenti tranquillizza i tifosi... "Il Catania, però, non ha intenzione di smantellare, bensì di migliorare il proprio organico. Certo, 32 elementi sono troppi per affrontare la nuova stagione. Sfoltiremo, magari puntelleremo quei settori in cui manca qualcosa, ma il Catania non ha bisogno di vendere. Soltanto davanti a un’offerta commisurata al valore del giocatore richiesto potremo pensare di darlo via".

Sullo stesso argomento