thumbnail Ciao,

Il tecnico del Chievo non si nasconde ed ammette di puntare a qualcosa in più della semplice salvezza: "L'obiettivo è il nono posto. Sogno semifinale Coppa Italia".

Sorpresa in casa Chievo. Alla vigilia dell'undicesima stagione consecutiva in serie A gli asini hanno davvero imparato a volare e sognano in grande, anche per bocca di un tecnico come Mimmo Di Carlo che, solitamente, è restio a lasciarsi andare ai facili proclami di inizio stagione.

L'allenatore, alla sua quarta stagione non consecutiva sulla panchina clivense, in conferenza stampa, pone traguardi ambiziosi per la sua creatura: "'Il nostro obiettivo e' arrivare noni in campionato e fare 50 punti. Non solo, mi rode ancora per come l'anno scorso siamo usciti in Coppa Italia e dico che quest'anno dobbiamo arrivare almeno in semifinale, perche' a quella competizione ci tengo''.

Altro che la solita retorica della tranquilla salvezza, Di Carlo insiste: "Dico che dobbiamo e possiamo fare meglio dello scorso campionato perche' la rosa che mi ha messo a disposizione la societa' mi permette di pensare a questo. Dobbiamo solo ripartire da dove abbiamo finito. Abbiamo una nostra identita', ho a disposizione un gruppo di giocatori di qualita', che conoscono bene l'ambiente e sono certo che i nuovi non avranno difficolta' ad inserirsi nel gruppo.Dobbiamo avere ambizione e sono certo che questo Chievo fara' bene''.

Tocca allora al presidente clivense Campedelli provare a riportare l'ambiente con i piedi per terra e frenare gli entusiasmi di inizio stagione: "Le parole del nostro tecnico sono giuste, perche' danno motivazioni importanti alla squadra. Ma io penso che cio' che davvero conta e' confermare la categoria. Se invece di noni arriviamo al quindicesimo posto, mica mi arrabbio, statene certi''.

Sullo stesso argomento