thumbnail Ciao,

E' appena finita la presentazione di Gigi De Canio come neo allenatore del Genoa. Insieme a lui l'Ad Lo Monaco: "Vogliamo una squadra che dia l'anima in campo".

Si è da poco conclusa la presentazione di Luigi De Canio, neo allenatore del Genoa. Con lui in conferenza stampa c’era Pietro Lo Monaco, nominato amministratore delegato della società ligure lo scorso 26 maggio da Enrico Preziosi, deciso a fare un passo indietro nella gestione del club rossoblù.

"Con De Canio – ha annunciato l’ad- inizia un nuovo corso, vogliamo creare una squadra che dia l'anima in campo. Il Genoa non sarà mai un ripiego per nessun giocatore, non voglio gente che usi questa squadra come passaggio. De Canio sarà coadiuvato dal suo staff, il suo vice Rizzo e un collaboratore tecnico, Orlando. Onorati insieme a Spinelli sarà il preparatore dei portieri. Mercato? Se io dico che la squadra è praticamente fatta quindi è evidente che ci sono giocatori intoccabili come Merkel e Gilardino".

Lo Monaco dunque blinda i gioielli arrivati da poco in squadra sui quali molte squadre hanno messo gli occhi e insieme a loro punta a ricostruire una squadra che sia competitiva in campionato. I genovesi la scorsa stagione hanno avuto parecchi cambi di panchina durante la stagione che di certo non hanno giovato alle sorti del club. De Canio ha già allenato il Genoa in B – sebbene per poco tempo – nella stagione 2003/2004.

"Il Genoa – dice l’allenatore - è una società dove si possono ricevere grandi gratificazioni raggiungendo grandi risultati. Non vedo l'ora di iniziare e sono sicuro che creeremo i presupposti per un'annata piena di soddisfazioni. E' molto importante cominciare a valutare i giocatori che abbiamo per poi capire se ci manca qualcosa. Rimarranno i giocatori con grandi motivazioni per poter far si che il Genoa si tolga delle soddisfazioni".

Il presidente Preziosi si aspetta una stagione completamente diversa da quella appena trascorsa – nella quale il Genoa ha rischiato addirittura la retrocessione – e insieme alla società ha visto in De Canio l’uomo della possibile rinascita del Grifone. La società ed i tifosi vogliono tornare nelle zone alte della classifica cercando magari un piazzamento in Europa, che oltre all’entusiasmo porterebbe anche un bel po’ di soldi nelle casse genoane.

Sullo stesso argomento