thumbnail Ciao,

Il fuoriclasse svedese non ha alcun 'mal di pancia': il suo futuro è rossonero. L'agente: "Nessun problema. Lui capitano? Solo se glielo chiedono". Balo resta al City

Bum, bum, bum. Mino Raiola quando parla è una sentenza. Ibrahimovic? “Ci sono quattro, cinque squadre su di lui, ma Zlatan resta al Milan. C’è sintonia con Galliani. Ibra non voleva dire che la sua società non ha soldi, il concetto era diverso…”. La famiglia Berlusconi, però, non ha gradito l'ultima sparata di Zlatan. Il rapporto con il tecnico Allegri è “rispettoso". Mario Balotelli? Non si muove dal Manchester City.


Nessun 'mal di pancia' per Ibrahimovic. L’attaccante del Milan non ha alcuna intenzione di lasciare i rossoneri. Zero dubbi, al contrario di quanto si era detto e scritto nei giorni scorsi.

L’agente del campione svedese mette in chiaro le cose: “Ibra non lascia Milano, su questo siamo sicuri. Zlatan ha parlato con Galliani nei giorni scorsi, la sintonia è massima.

"Questa squadra gli ha fatto tornare il sorriso e il ragazzo è pronto a sposarne il progetto. Lui capitano in futuro? Solo se la società glielo chiederà. Si può essere capitano anche senza fascia al braccio” sottolinea Raiola a 'Sky sport'.


Nella giornata di oggi sono apparse queste dichiarazioni dello svedese: “Il Milan non ha soldi, non possiamo prendere giocatori che servirebbero eccome...”.

Il procuratore fa capire che il senso dell’intervista è stato travisato:

“Ibrahimovic, nel dire quella frase, non si riferiva alla sua squadra. Si riferiva al calcio in generale. Nel mondo come in questo sport i soldi cominciano a scarseggiare, la crisi colpisce tutti. Ibra sa che il Milan non può permettersi cinque acquisti di campioni assoluti. Quasi nessuno può, in effetti”.

Nonostante la smentita, la famiglia Berlusconi, proprietaria della squadra rossonera, ha fatto trapelare un certo malcontento per le dichiarazioni del giocatore.

Il presidente investe 300 milioni per la gestione della squadra, mentre 190 sono le spese per il monte ingaggi. La dirigenza - scrive l'Ansa - fa notare anche come Ibrahimovic sia uno dei giocatori più pagati al mondo. A livello di Leo Messi del Barcellona. Sorprendente, quindi, che proprio Ibra dica una cosa simile...


Il rapporto con l’amministratore delegato Adriano Galliani, comunque, resta solido: “Si sono parlati nei giorni scorsi e non ci sono problemi. Ora Zlatan pensa all’Europeo che dovrà giocare con la Svezia. E’ partito in ritiro con la certezza che il Milan non lo vuole vendere. E lui vuole restare”.

Come vanno le cose con Massimiliano Allegri? Non c'è totale sintonia come con Galliani, ma non ci si può lamentare: "Nessun problema particolare, non è vero che tra i due la situazione è complicata. Tra Zlatan e l'allenatore c'è rispetto".


Infine Balotelli. L'attaccante del Manchester City e della Nazionale, accostato anche ai rossoneri nei giorni scorsi, non lascerà la squadra campione d'Inghilterra.

"Non è il momento - coferma Raiola - ma una cosa deve essere chiara: solo Mario decide il suo futuro. Se vuole restare o vuole andare via, spetta solo a lui la scelta".

Sullo stesso argomento