thumbnail Ciao,

Il presidente di Exor suona la carica in vista dell'ultimo appuntamento di stagione, la Coppa Italia: "Mi piacerebbe chiudere l'anno da imbattuti, sarebbe un record complementare".

Sugli spalti dello 'Stadium' - a festeggiare ieri degnamente il trionfo della Juventus in campionato - c'era l'intera Famiglia al gran completo, con Andrea Agnelli affiancato dai cugini e Lapo e John Elkann. E proprio quest'ultimo ha espresso tutta la sua soddisfazione per quei risultati che sotto la sua gestione non erano arrivati.

"È stato un anno straordinario - ha spiegato alla 'Gazzetta dello Sport' - mi piacerebbe chiuderlo da imbattuti, sarebbe un record complementare a quello che è stato un cammino trionfale. La Juventus ha dimostrato di essere forte come squadra. Ha vinto il collettivo, non basta avere i grandi giocatori. Formidabile, tutto formidabile, anche Andrea. Ora il mio finale di stagione ideale prevede pure la conquista della Coppa Italia...".

Il presidente di Exor non ha potuto poi esimersi da una battuta su Alessandro Del Piero, autentico protagonista della commovente passerella di ieri contro l'Atalanta, confermando di fatto la linea di 'rottamazione' della società.

"Batte il cuore quando parliamo di lui - ha premesso Elkann - Ale è un grandissimo giocatore, come nella Juve lo sono stati Boniperti e Platini. Spero che chiuda la sua avventura con la Coppa Italia fra le braccia. Ma come tutti i grandi campioni, credo che Ale sappia riconoscere il momento di fermarsi. Mi viene in mente Schumacher in Formula 1: mi sembra che non sia stato un gran ritorno il suo...".

Sullo stesso argomento