thumbnail Ciao,

Il tecnico dei friulani frena gli entusiasmi in vista della trasferta di Catania che potrebbe regalare la qualificazione Champions, per il secondo anno consecutivo, all'Udinese.

Quella dell'Udinese, a prescindere da come finirà domenica pomeriggio la gara catanese, è stata senza ombra di dubbio una stagione da ricordare.

Nessun osservatore, alla vigilia, si sarebbe aspettato infatti che gli uomini di Guidolin, privi di Zapata, Inler e Sanchez, sarebbero stati capaci di ripetere le gesta della passata stagione, restando in corsa fino all'ultima giornata per un terzo posto che significherebbe qualificazione ai preliminari della prossima Champions.

Il tecnico veneto però, prova a frenare gli entusiasmi: "Dobbiamo rimanere tranquilli e prepararci bene per Catania. Dobbiamo stare molto calmi perché niente è fatto e tutto è ancora da conquistare. Noi dobbiamo solo pensare a preparare bene la partita ed essere pronti di testa, gambe e cuore."

Guidolin non vede l'Udinese favorita nella volatona finale con Lazio, Napoli ed Inter: "Siamo in volata con altre squadre, non siamo favoriti. Ce la giochiamo con squadre importanti che rappresentano le metropoli del calcio italiano, ma noi siamo lì a giocarci la volata. Non so chi la vincerà, noi faremo tutto il possibile per raggiungere il successo, ma lo vogliono anche gli altri e in una volata possono succedere tante cose”.

Infine una battuta su Di Natale che avrebbe paventato l'ipotesi di un suo ritiro a fine stagione: "Penso che Totò abbia fatto una battuta, l'Udinese andrà avanti con lui finché avrà la forza e la capacità di essere protagonista. Purtroppo però  la carriera di un calciatore non dura per sempre".

Sullo stesso argomento