thumbnail Ciao,

Sabatini dovrà dunque rinforzare la squadra in estate senza fare spese folli. Per la difesa spunta il nome nuovo di Boulahrouz: l'olandese potrebbe arrivare a parametro zero.

Per la prima volta dopo 15 anni la Roma resterà fuori dalle Coppe Europee. Si chiude dunque in modo fallimentare, come riferisce oggi il ‘Corriere dello Sport’, il primo anno del nuovo corso Luis Enrique, che, oltre al danno sportivo, ha prodotto pure un danno economico non da poco.

Il tecnico spagnolo compie oggi 42 anni ma c'è poco da festeggiare a Trigoria. Il bilancio registra infatti una perdita complessiva, fra guadagni mancati per la precoce eliminazione dall’Europa League, mancati ricavi derivati dagli sponsor e dalle partnership e investimenti di mercato, di circa 70 milioni di euro.

Ma andiamo nei dettagli: il totale dei mancati premi per l’eliminazione contro lo Slovan Bratislava si aggira su una cifra fra i 20 e i 30 milioni. A questi bisogna aggiungere i solidi spesi sul mercato, che con tredici nuovi giocatori ha registrato un saldo negativo di 40 milioni. Ecco dunque che i conti sono presto fatti: un rosso da circa 70 milioni, che salirebbe ulteriormente se si considerassero anche gli stipendi dei giocatori.

Situazione intollerabile per la nuova proprietà americana del club capitolino, che proprio a causa dei conti in rosso non sembra disposta a fare follie sul mercato estivo. A Sabatini toccherà perciò l'arduo compito di fare affari low-cost.

Proprio fatte queste opportune considerazioni, per il rinforzo in difesa, secondo quanto riferisce oggi la ‘Gazzetta dello Sport’, si allontana Van der Wiel, terzino dell’Ajax che costa attorno ai 10 milioni, una cifra ritenuta troppo alta dai giallorossi. Il nome nuovo è invece quello di Khalid Boulahrouz. Il difensore olandese, classe 1981, cui l’Amburgo non intende rinnovare il contratto, arriverebbe a parametro zero, si è promesso alla Roma.

“Ho sempre sognato la Roma, – ha detto – è stata sempre la mia squadra preferita, per cui è la mia prima scelta”. Intanto Sabatini dovrà lavorare anche sul fronte uscite. Ancora non si sa se Bojan resterà in giallorosso o farà ritorno in Catalogna, mentre è certo che si punterà ancora su Kjaer, benché i giallorossi non intendano andare a pagare i 7 milioni previsti per il riscatto.

Si lavora per un rinnovo del prestito, forti anche della volontà del giocatore di rimanere nella capitale. Il sogno per l’attacco è invece Rodrigo Palacio del Genoa, che potrebbe esser messo sul mercato in estate e vedrebbe di buon occhio l’approdo nella capitale.

Sullo stesso argomento