thumbnail Ciao,

Abituato a girovagare per i campi di mezza Italia, Legrottaglie sembra però avere trovato quest'anno una sistemazione comoda: il prolungamento del contratto è ormai una formalità.

Non ha mai parlato del proprio futuro a campionato in corso ma, per questa volta, Nicola Legrottaglie ha voluto fare un'eccezione rispondendo alle domande dei cronisti della 'Gazzetta dello Sport': "A Catania mi sono trovato bene da subito, l'ambiente è eccezionale e il mio desiderio è proseguire qui la carriera".

Forte, peraltro, del record personale di goal segnati (cinque reti, come durante l'ultima stagione al Chievo dove una però era stata realizzata in nazionale), l'ex difensore del Milan ha lanciato messaggi di amore alla società etnea che, difficilmente, non gli rinnoverà il contratto.

"Ora dobbiamo giocare l'ultima partita con lo stesso impegno che abbiamo messo nelle altre trentasette, pur consapevoli che le motivazioni degli avversari (Udinese, ndr) saranno completamente diverse dalle nostre". E già, qualche settimana fa il Catania sembrava destinato ad entrare nel discorso Europa League, traguardo prestigioso per una 'piccola', ora però l'unico obiettivo è onorare un campionato che resta positivo giocando fino all'ultimo ogni partita.

"Forse ci siamo rilassati", ha continuato Legrottaglie, "nonostante questo il gruppo è cresciuto in maniera incredibile, siamo stati eroici in alcuni frangenti e ingenui in altri: è una rosa giovane e tutto questo fa esperienza". Appunto personale sulla sua mai scemata vena realizzativa: "Contento dei goal? Il mio mestiere è quello di far sì che non si prendano ma quando segni provi un'emozione indescrivibile, e sai di aver dato qualcosa in più ai compagni e ai tifosi".

Sullo stesso argomento