thumbnail Ciao,

"Il Cagliari ha messo prezzi molto alti per certi settori facendo sì che lo stadio non sia tutto esaurito. Sono scelte politiche di cui bisognerà parlare in Lega".

Mancano ormai pochi minuti all'inizio della penultima partita di questo campionato per la Juventus, che al termine della partita contro il Cagliari potrebbe anche festeggiare la vittoria dello Scudetto con un turno d'anticipo.

"Siamo nel rush finale - ha detto il dg bianconero, Giuseppe Marotta, ai microfoni di Sky Sport - Mancano 180 minuti alla fine di un campionato molto difficile e che vede ancora protagonisti. Abbiamo un punto di vantaggio sul Milan e vogliamo mantenerlo fino alla fine".

Dopo la vittoria sfumata nel finale contro il Lecce, col pareggio che ha dato nuove speranze al Milan, il pericolo per la Juventus potrebbe essere quello di aver paura di sbagliare di nuovo. Pericolo che, però, Marotta non crede sia reale... "C'è una giusta tensione prima di questa gara - ha detto - In questa squadra ci sono campioni, che a volte vanno in panchina ma che danno sempre tranquillità al gruppo. Lo spirito è quello giusto per affrontare una squadra che non ci regalerà nulla, come è giusto che sia. Lo scudetto dipende da noi, più che dal derby. E siamo determinati a cercare la vittoria".

Marotta è poi critico col Cagliari e il presidente Cellino, che hanno messo in vendita i biglietti delle tribune a prezzi molto alti, cosa che è causa del mancato 'tutto esaurito' dello stadio Rocco di Trieste... "La squadra di casa ha messo prezzi molto alti per certi settori, anche 150 euro - ha detto ancora Marotta - Facendo sì che lo stadio non sia tutto esaurito. Sono scelte politiche di cui bisognerà parlare nel prossimo consiglio di Lega, per evitare il ripetersi di certe situazioni e disparità. Uno stadio pieno sarebbe stato una cornice più bella per questa partita, ma non possiamo farci nulla perché la decisione compete solo al Cagliari e bisogna prenderne atto".

Sullo stesso argomento