thumbnail Ciao,

Il fantasista nerazzurro elogia Stramaccioni: "Mi ha detto che si fidava di me e che potevo essere importante per la squadra, mi ha messo nelle giuste condizioni per ripagarlo"

"Sono convinto che faremo un grande derby". Fiducioso, sorridente, carico: Ricky Alvarez aspetta la stracittadina con grande ottimismo, convinto delle possibilità dell'Inter. Il fantasista argentino, intervistato da 'Mediaset', non ha dubbi sull'esito della sfida contro il Milan: "Chi vince il derby? Noi..."

Per l'Inter è importante chiudere bene la stagione, a prescindere da un terzo posto che sembra ormai sfumato: "A Parma abbiamo fatto benissimo nel primo tempo - ricorda Alvarez -. Eravamo tranquilli, avevamo il controllo della partita. Poi abbiamo sbagliato due palle e abbiamo perso la gara...  Dobbiamo ripartire dalle vittorie con Udinese e Cesena e dallo stesso primo tempo di mercoledì per vincere le ultime due gare di campionato. Siamo il giusto mix tra giovane e calciatori d'esperienza, abbiamo la possibilità di fare bene".
 
Per Alvarez, alla prima stagione in Italia, è già tempo di bilanci: "Una bella esperienza. Perché, sin da subito, all'Inter mi sono trovato bene, tutti mi hanno dato una mano per inserirmi al meglio, ovviamente sono stato anche favorito perché nel gruppo ci sono tanti argentini".

Con Gasperini non è scattata la scintilla, ma con i due tecnici successivi 'Ricky Maravilla' ha avuto tante chance: "Stramaccioni, appena arrivato, mi ha detto che si fidava di me e che potevo essere importante per la squadra, quindi mi ha messo nelle giuste condizioni per ripagare la sua fiducia. Ranieri, prima, mi ha utilizzato molto, anche lui mi ha dato fiducia, è stata colpa mia quando non sono riuscito a fare bene".

Sul suo futuro Alvarez non ha dubbi: "È restare all'Inter tanti anni. Credo di poterci riuscire perché ho tanta fiducia in me stesso, la fiducia che mi trasmettono la società e i compagni".

Sullo stesso argomento