thumbnail Ciao,

Il presidente rossazzurro non ha altre parole che di elogio per i ragazzi di Montella: " Se il Catania avesse giocato male, beh, avrei anche potuto trovare qualcosa da ridire...".

Il Catania si 'risveglia' dal sogno europeo, incassando una sconfitta casalinga dal motivatissimo Lecce, ma in casa rossazzurra non c'è alcuna voglia di fare processi. A fine partita Antonino Pulvirenti è assolutamente sereno e la parola 'critica' non lo sfiora.

"Cosa dire dopo una partita di questo genere? Abbiamo dominato la gara per 85 minuti, poi in quell'assurdo finale è cambiato davvero tutto. Se il Catania avesse giocato male, beh, avrei anche potuto trovare qualcosa da ridire, ma le cose mi sembra proprio che stiano in maniera diversa...".

"La prima volta in cui il Lecce si è reso pericoloso è stato sul calcio di rigore tirato fuori da Di Michele - spiega il presidente etneo sulle pagine del 'Corriere dello Sport' - Il Catania non avrebbe meritato una sconfitta che adesso, inutile girarci intorno, visti anche i risultati delle antagoniste, lo estromette dalla corsa verso l'Europa. Andiamo avanti e, dopo avere festeggiato la salvezza, pensiamo al record dei 50 punti...".

Sullo stesso argomento