thumbnail Ciao,

L'ex attaccante della Lazio è morto domenica per un infarto: la squadra di New York gli rende omaggio sul proprio sito ufficiale. Domani forse i funerali in Florida

Due giorni fa è morto Giorgio Chinaglia. I suoi tifosi e chi gli ha voluto bene potrebbero chiamarlo l' 'Eroe dei due mondi', considerato che Giorgio fu grande in Italia con la Lazio e guidò la rivoluzione del calcio negli Stati Uniti, dove - assieme a campioni leggendari come Pelè - vestì la maglia dei Cosmos. L'ex sqaudra di 'Long John' ha reso omaggio all'attaccante con un messaggio sul proprio sito ufficiale: "Addio Giorgio, il  calciatore più importante di sempre ad aver vestito la nostra maglia". Domani o dopodomani, in Florida, verrano celebrati i funerali.

Chinaglia è stato amato più di Pelè a New York. Con i Cosmos ha segnato 242 reti in 251 partite, è stato venerato come una leggenda e ha sempre mantenuto un ottimo rapporto con la società. Non solo Cosmos però, 'Long John' è stato celebrato da mezza America.

Anche la 'Espn' - la nota emittente sportiva a stelle strisce - gli ha reso omaggio, stessa cosa ha fatto anche 'Sirius XM', la radio per la quale Chinaglia parlava di calcio ogni giorno.

'Long John' viveva a Naples, in Florida, e lì verranno celebrati i funerali. Verrà girato un video della cerimonia, che sarà poi spedito via mail in Italia e proiettato nella funzione prevista a Roma tre ore dopo la conclusione di quella americana.

Sullo stesso argomento