thumbnail Ciao,

Intanto il tecnico rossonero replica con toni pacati ma fermi alle bacchettate presidenziali: "In Italia siamo primi per possesso palla, e in Europa secondi...".

I rilievi mossi da Silvio Berlusconi nei confronti di Massimiliano Allegri in occasione del match di Champions League pareggiato dal Milan contro il Barcellona hanno fatto parecchio discutere negli ultimi giorni, ma Adriano Galliani non ci sta e prova a 'smontare' le polemiche con una battuta che - pur senza nominarla - tira in ballo l'Inter e soprattutto il suo presidente Moratti.

"La differenza fra noi e gli altri è che noi gli allenatori li critichiamo, ma poi li teniamo - ha detto l'Ad rossonero alla Malpensa, alla partenza per Catania - mentre gli altri stanno zitti e poi li cacciano...".

Quanto al merito delle critiche presidenziali, Allegri ha replicato così in conferenza stampa, tenendo il punto come di consueto con garbata fermezza: "Il presidente vuole che il Milan giochi come il Barcellona? In Italia siamo primi per possesso palla, con il Barcellona sotto questo aspetto è più difficile, ma in realtà siamo secondi solo a loro in Europa. Ma ciò non vuol dire che il Barça non può perdere...".

"Berlusconi è rimasto contento della prestazione, per quello che mi ha detto - ha svelato il tecnico livornese - Non me le ha 'cantate' e abbiamo parlato come sempre. Ultimamente capita anche di più, ci siamo confrontati: gli ho dato, perchè le devo, delle spiegazioni su come la squadra ha giocato e lui ha esternato i suoi pensieri. Sappiamo che contro la squadra più forte al mondo ci sono momenti in cui si deve soffrire. Ma era da 34 partite che il Barcellona non restava a secco...".

Sullo stesso argomento