thumbnail Ciao,

Il dirigente sportivo dei gialloblù annuncia subito il rinnovo del contratto per evitare possibili malintesi. Adesso ciò che conta è la salvezza con piena fiducia a Donadoni!

"L'annuncio doveva avvenire a fine campionato ma, visti i continui equivoci sia all'interno della società che fuori, è stato ritenuto opportuno farlo adesso, per concentrarsi meglio". Queste sono le prime parole di Pietro Leonardi dopo il tanto atteso rinnovo del suo contratto col Parma, che scadrà nel 2017.

E' lo stesso dirigente sportivo del club emiliano, tramite il sito ufficiale della società ducale, a chiarire la situazione, iniziando naturalmente dai ringraziamenti per chi ha sempre creduto nelle sue qualità: "Dopo l'annuncio del prolungamento del mio contratto fatto dal presidente Ghirardi mi sentivo in dovere di ringraziare lui, la sua famiglia, i soci e tutto il CdA del Parma perché mi hanno dato l'occasione di proseguire questo rapporto con il Parma. Mi sento orgoglioso - ammette felice - anche di aver ormai legato con questa realtà".

Gli emiliani non stanno vivendo un buon momento di classifica con il Lecce che dista solo 5 punti. Ma per Leonardi l'impresa non è così difficile: "La salvezza è alla nostra portata e spero arrivi il prima possibile. In passato, in situazioni come quella di ieri con il Cesena avremmo perso. Questo è segno che, pur con tutte le cose da migliorare, la mentalità l'abbiamo già cambiata. Donadoni - confida con sincerità - sta facendo un buon lavoro e siamo contenti di lui. Donadoni è orgoglioso di allenare il Parma e noi siamo orgogliosi di lui. E' il futuro del Parma".

Per finire il dirigente glissa sulla questione concernente il nuovo stadio: "Ci siamo ripromessi di non commentare questo tema adesso. E' un argomento che tutte le società dovranno affrontare nel futuro prossimo. Ma adesso la situazione politica non ci consente di esporre le nostre idee. Non sarebbe giusto. Lo faremo - conclude Leonardi - dopo le elezioni amministrative di Parma".

Sullo stesso argomento