thumbnail Ciao,

E' il Derby d'Italia, Conte manda un messaggio ai suoi: “L'imbattibilità della Juve fa gola a tutti, l'Inter non verrà a fare la vittima sacrificale”

"Mi aspetto grande supporto da parte del pubblico, ma non faccio riferimenti al passato, penso solo al presente".

Sarà una serata delle grandissime occasioni quella di domani allo Juventus Stadium. A Torino infatti, andrà in scena il Derby d'Italia che vedrà affrontarsi Juventus ed Inter.

I bianconeri, a differenza dei nerazzurri che sono stati protagonisti di un'annata deludente, sono ancora in corsa per lo Scudetto, Conte però non si aspetta certo una partita facile: "La nostra imbattibilità dura da 42 partite e fa gola a tutti, quindi l'Inter farà la partita della vita .Bisognerà dare il massimo perchè affronteremo una squadra formata da campioni. Non mi aspetto certo un'Inter dismessa, stiamo parlando di una squadra che due anni fa ha fatto il Triplete e non verrà certo a Torino a fare la vittima sacrificale".

La Juve in settimana si è guadagnata la finale di Coppa Italia: "Il primo obiettivo l'abbiamo raggiunto, abbiamo eliminato il Milan e ai ragazzi posso solo fare i complimenti, ci tenevamo moltissimo ad arrivare alla finale di Roma, per noi è un motivo di grande orgoglio.  Il campionato è ancora lungo, mancano dieci partite, vedremo come andrà a finire. Noi daremo tutto, avanti abbiamo una superpotenza come il Milan che ha dimostrato di essere molto forte. Allegri parla di seconda stella? La cosa non mi sorprende, sa che ha a disposizione una corazzata, una squadra che ha un altro potenziale rispetto alle altre. Ha a disposizione tanti giocatori di altissimo livello, io ho sempre detto che il Milan partiva favorito. Adesso è padrone del suo destino"

Nel Derby d'Italia, Conte punterà anche sulla spinta dello Juventus Stadium: "Mi aspetto grande supporto da parte del pubblico, ma non faccio riferimenti al passato, penso solo al presente ed il presente dice che abbiamo una squadra che sta regalando grandi soddisfazioni. Rimanere legati al passato può diventare un peso".

Conte ha accennato alle scelte di formazione per domani: "La situazione evolve giorno dopo giorno, i calciatori durante l'annata vivono momenti differenti, a volte stanno bene, altre devono rifiatare. L'obiettivo è quello di fare le scelte migliori, non posso ragionare come un tifoso ma devo basarmi su quello che vedo in campo. A volte faccio scelte poco politiche, però provo sempre a fare il meglio per la squadra, sono pagato per prendere delle decisioni".

Il Milan oggi potrebbe essere distratto dalla sfida di Champions con il Barcellona: "Io penso all'Inter, una squadra che domani proverà a fare la partita della vita. Dobbiamo guardare in casa nostra e ai nostri impegni, dobbiamo dare il massimo per arrivare anche noi in Champions, possibilmente senza passare per i preliminari. Spero che il Milan vada più avanti possibile per dar lustro al calcio italiano".

Sullo stesso argomento