thumbnail Ciao,

"La Juventus ha più da perdere rispetto a noi, che dal canto nostro comunque vogliamo fare bene anche per il presidente Moratti", ha detto Pazzini.

Domenica sera l'Inter affronterà la Juventus, in un big-match che i nerazzurri si auguravano ad inizio stagione sarebbe stato magari importante per la lotta scudetto. Non che non sia così, ma questo aspetto vale solo per i bianconeri, visto che i nerazzurri alla lotta-scudetto hanno detto addio già da qualche tempo.

Sarà comunque una partita, come al solito, molto sentita e Giampaolo Pazzini si augura una prova d'orgoglio da parte di tutta la squadra nerazzurra.

"Gli stimoli in partite come questa vengono da soli - ha detto l'attaccante nerazzurro ai microfoni di 'Studio Sport' - La Juventus ha più da perdere rispetto a noi, che dal canto nostro comunque vogliamo fare bene anche per il presidente Moratti, che ci è sempre stato vicino".

L'Inter è abbastanza giù in classifica, ma Pazzini non ha ancora perso le speranze di poter agguantare quel terzo posto che, ad inizio stagione sembrava essere l'obiettivo minimo della squadra nerazzurra... "Fin quando la matematica non ci condannerà noi ci proveremo - ha detto il centravanti ex Samp - E' inutile, però, fare i conti ora o guardare a cosa fanno gli altri. Prima dobbiamo iniziare a vincere noi".

Pazzini è poi tornato sulla vicinanza di Moratti alla squadra... "Ci è sempre stato vicino - ha detto - e questa è una fortuna per noi, avere una persona come lui che ci sprona e ci dà fiducia. E' importante".

Sullo stesso argomento