thumbnail Ciao,

Il tecnico giallorosso recrimina per il mancato successo e per l'espulsione di Oddo, evitando, però, di polemizzare esplicitamente con l'arbitro...

Il Lecce non va oltre l'1-1 interno con il Palermo e a Serse Cosmi non va proprio giù. "Non c'è grande soddisfazione - ha spiegato a fine gara il tecnico giallorosso - La partita si era messa come meglio non potevamo chiedere, con un goal e due occasioni colossali per andare sul 3-0. In 15′ potevamo chiudere la partita, ma al nostro primo errore ci siamo ritrovati in parità e con un uomo in meno. E c'è crollato il mondo addosso...".

La squadra, se non altro, è stata brava a schivare la giornata negativa, "e con la parità numerica si è ristabilito l'equilibrio. Abbiamo fatto fatica nella ripresa, ma non possiamo permetterci che gli episodi ci girino contro. Abbiamo un'ottima squadra, stiamo facendo buone cose, ma certi errori determinano i risultati a nostro sfavore".

Cosmi non ha condiviso la decisione arbitrale di espellere Oddo: "L'altra volta ho espresso il mio giudizio e sono stato squalificato, ma dal campo ho avuto una percezione diversa rispetto a quella dell'arbitro".

Ora, ammette, "il cammino si è un po' complicato perché ci sono meno partite. Abbiamo chiesto in casa cinque vittorie e un pareggio, diciamo che oggi è arrivato il pari. Domenica andiamo a Novara, ed entrambe le squadre dovranno tirare fuori il massimo: i piemontesi hanno fatto due risultati straordinari, ritornando in corsa con il giusto entusiasmo".

Sullo stesso argomento