thumbnail Ciao,

Il portiere argentino ha parlato a tre giorni dalla sfida contro la sua ex squadra: “Lì ho giocato poco, ma adesso il mio obiettivo è quello di far bene a Catania”.

Fino a poco più di un mese fa alla Lazio ricopriva il ruolo di terzo portiere, adesso – al CataniaJuan Pablo Carrizo ha ritrovato la propria dimensione ed una maglia da titolare. Domenica il portiere argentino si ritroverà di fronte proprio la squadra biancoceleste, ma non cova alcun desiderio di rivalsa, come già dichiarato il giorno della presentazione ufficiale.

“Sono grato alla Lazio per aver trovato l’accordo col Catania ed anche col Catania che mi ha voluto. Non basta avere bisogno di cambiare aria e giocare di più, ma c’è bisogno anche di una squadra che ti vuole e io sono stato cercato solo dal Catania”.

“Alla Lazio ho giocato poco, – ha proseguito Carrizo – ma il mio obiettivo è quello di fare bene con la maglia del Catania e dimostrare ai tifosi rossazzurri il mio vero valore”.

L’errore di ‘San Siro’ è ormai alle spalle: “Sì, mi è dispiaciuto subire quel goal anche perché ha dato il via alla rimonta del pareggio e tornare a casa con un solo punto dopo aver iniziato la gara in quel modo lascia un po’ di amaro in bocca. Io però ho pensato solo a continuare a far bene e quella partita poteva anche finire peggio”.

Tornando alla Lazio, Carrizo si mette a disposizione di Montella per svelare i segreti dell’undici di Reja: “Il mister non mi ha ancora chiesto nulla, ma se mi chiederà indicazioni gliele darò perché sicuramente potranno essere utili per affrontare al meglio la partita anche se, nel calcio di oggi, si sa già tutto. I biancocelesti giocheranno con un 4-3-1-2 e con Alfaro al fianco di Klose, credo…”.

Sullo stesso argomento