thumbnail Ciao,

Il tecnico del Psg ha allenato l'attaccante ai tempi del Chelsea: "Ha velocità, fiuto del goal, cattiveria. Sapevo sarebbe esploso". Borini capocannoniere giallorosso

Fabio Borini in campo corre come pochi. E non ha nessuna intenzione di fermarsi. La Roma si gode la sua nuova scoperta: ventuno anni, prima stagione in Serie A da protagonista, la bellezza di otto goal nelle ultime nove partite. Chapeau. Carlo Ancelotti lo ha allenato ai tempi del Chelsea e non si sorprende affatto della crescita del Pirata: "Fabio è un potenziale campione, potrebbe essere la sopresa della Nazionale al prossimo Europeo...".

La Roma vive di alti e bassi, Borini solo di alti. L'attaccante bolognese non si accontenta mai, punta sempre al massimo. Corre, lotta, segna; e ricomincia da capo, dando sempre il massimo. Il commissario tecnico Prandelli - sottolinea il 'Corriere dello sport' - lo tiene in grande considerazione. La convocazione per la gara contro gli Stati Uniti di inizio mese è un buon inizio, ma Borini sa che c'è ancora molta strada da fare. La concorrenza nell'attacco azzurro è agguerrita.

Ancelotti, oggi tecnico del Paris Saint-Germain, conosce bene la punta giallorossa: "E' un bravo ragazzo che gioca bene a pallone. Ha fiuto del goal, velocità, cattiveria: sapevo sarebbe esploso. Il suo segreto? Non soffre la pressione - racconta 'Carlò' alla 'Gazzetta dello sport' - e questo nonostante sia ancora molto giovane. Per lui vedo una carriera vincente, ricca di soddisfazioni". I tifosi della Roma ci contano.

Sullo stesso argomento