thumbnail Ciao,

Anche Palombo sembra essere stato bocciato, mentre resiste agli oltraggi del tempo il Tractor Zanetti... L'innesto di Guarin potrebbe completare il ricambio generazionale.

Il diretto interessato non ha confermato ma neanche smentito: oggi la 'Gazzetta dello Sport' dà nuovamente conto del pianto dirotto cui si sarebbe abbandonato Esteban Cambiasso dopo la sostituzione - e conseguente esposizione alla gogna dei fischi impietosi di San Siro - nel secondo tempo del match riacciuffato per i capelli dall'Inter contro il Catania.

Un destino condiviso con l'altro veterano sostituito, Angelo Palombo, per il quale la bocciatura va estesa anche al mercato di gennaio portato avanti dalla società nerazzurra. Se per l'ex doriano il ritorno in panchina potrebbe non essere sorprendente nè segnare punti di svolta epocali in casa Inter, ben diverso è il discorso per il gladiatore di mille battaglie e pilastro del leggendario Triplete di due stagioni fa.

La 'rosea' spinge Ranieri verso l'accantonamento dell'argentino, snocciolando il dato incredibile di 35 partite (34 da titolare) giocate dal 'Cuchu' dall'inizio della stagione su 36 disputate dalla Beneamata. Sembra davvero arrivato il momento per i 'giovani leoni' Poli ed Obi, il cui ingresso domenica sera ha dato la scossa alla squadra. Senza contare che la 'rivoluzione' in mediana potrebbe essere completata dall'ingresso tra i titolari di Guarin, finalmente pronto a dare il suo contributo dopo l'infortunio.

In tutto questo, l'unico 'grande vecchio' che appare intoccabile è sempre lui, l'immortale Javier Zanetti. Difficile pensare ad uno pensionamento, se continua ad essere sistematicamente uno dei migliori in campo dei suoi...

Sullo stesso argomento