thumbnail Ciao,

L'attaccante svedese, che ha saltato la gara contro i bianconeri per squalifica, dopo la gara con la Nazionale tornerà in campo in maglia rossonera sabato contro il Palermo.

A Milan-Juventus ha assistito dagli spalti di San Siro, essendo squalificato, ma Zlatan Ibrahimovic fatica a mandar giù quanto successo nella sfida fra rossoneri e bianconeri, tanto da parlarne dal ritiro della Svezia, che domani affronterà la Croazia, con toni molto forti.

“Il goal di Muntari non visto dal guardalinee? – ha detto – È una tragedia per il calcio”. Lo svedese ha poi aggiunto: "Sono più deluso che arrabbiato. Tutti hanno visto che era goal. Un fuorigioco si può sbagliare, ma un goal no...”.

Ibra rincara quindi la dose: "Stiamo parlando di un pallone giallo, non di uno bianco, non si può confondere con il palo. Si vedeva che era dentro. Ma ormai quello che è successo è successo. E non possiamo cambiare quello che è stato deciso. Però è tragico, un peccato per il calcio sopratutto".

Dopo la parentesi in Nazionale, l’attaccante svedese potrà tornare in campo dopo lo stop forzato nella gara contro il Palermo sabato alle 18. Ibra ritorna però anche sulla sua squalifica e sull'episodio del colpo dato ad Aronica: "Gli avversari faranno di tutto per fermarti. – ha detto – Dagli errori si impara, e io ho fatto una stupidaggine. Non posso dire se la farò ancora oppure no, però se succede succede, nessuno è perfetto. A volte sul campo di gioco bisogna fare i conti con tante emozioni...”.

Quello del Barbera è sempre stato un campo ostile per i rossoneri, la cui ultima vittoria risale alla stagione 2005-06, con un 2-0 targato Inzaghi-Shevchenko. L’anno dopo la sfida finì senza reti, poi per il Milan solo 4 sconfitte, l’ultima l’anno scorso.

Inutile dire che far bene a Palermo sarà importante per la squadra di Allegri, che non può permettersi ulteriori passi falsi se vuole bissare lo Scudetto conquistato nella scorsa stagione.

Sullo stesso argomento