thumbnail Ciao,

Il centravanti argentino ieri pomeriggio si è portato a casa il pallone della partita: "L'ho fatto autografare dai compagni - ha detto - e lo regalerò a mio figlio".

Il ‘Carro armato’ ieri pomeriggio non ha lasciato scampo alla malcapitata Roma di Luis Enrique. Con una splendida tripletta German Denis ha regalato una vittoria importante all’Atalanta, schiantando invece la formazione giallorossa, surclassata con un pesante 4-1.

Grazie ai tre goal segnati all’Atleti azzurri d’Italia il centravanti argentino ha potuto portarsi a casa un duplice premio: il primo è il pallone della partita, come si usa fare in Inghilterra. “L’ho fatto autografare ai compagni – ha detto la punta bergamasca alla 'Gazzetta dello Sport' – e lo regalerò a mio figlio, che è il mio primo tifoso”. Matias, 9 anni, primogenito del ‘Tanque’, è infatti un grande appassionato di calcio.

Il secondo è invece un bonus previsto nel suo contratto: con i 3 goal alla Roma scatta infatti per l’argentino il premio di 30 mila euro previsto nell’accordo con il club nerazzurro nel caso in cui fosse riuscito a segnare 15 reti.

Ora per l’argentino diventa legittimo ambire anche alla classifica marcatori, ma lui con grande modestia, pensa soprattutto al bene della squadra: “Prima ci salviamo, – ha affermato – e meglio è. La salvezza a questo punto dipende solo da noi. La classifica marcatori? Mancano ancora troppe partite, per questo penso solo alla salvezza”.

Non è peraltro la prima volta che il centravanti argentino mette a segno una tripletta in Serie A. Era già successo con la maglia del Napoli contro la Reggina tre anni e mezzo fa. Allora però le reti segnate da Denis furono in tutto 8, mentre oggi sono quasi il doppio. Con un bomber così i tifosi nerazzurri sono autorizzati a sognare.

Sullo stesso argomento