thumbnail Ciao,

La Commissione Disciplinare ha respinto il ricorso del Milan contro la squalifica dello svedese per la manata ad Aronica. Contro la Juve l'ultimo turno di stop.

Dopo giorni di attesa, ecco l'ufficialità: Zlatan Ibrahimovic non sarà in campo contro la Juventus. La Corte di Giustizia Federale ha respinto il ricorso presentato dal Milan in seguito alla squalifica per tre giornate inflitta allo svedese in seguito alla manata rifilata ad Aronica durante l'incontro con il Napoli. Zlatan osserverà l'ultimo turno di stop proprio contro i bianconeri.

Il Milan ha accolto con rabbia la mancata riduzione della pena, emettendo un comunicato ufficiale al vetriolo: "La decisione della Corte di Giustizia Federale - si legge sul sito della società rossonera - è ingiusta, perché ha applicato una sanzione destinata agli atti violenti, ad un atto che violento non è stato. È un grave errore giuridico".

I legali del club di via Turati avevano basato il proprio ricorso sulla non violenza del gesto dello svedese e sulla mancanza di provvedimenti nei confronti di Aronica, l'altro protagonista della faccenda. Si puntava così a catalogare il buffetto di Ibra come condotta antisportiva e non come condotta violenta, distinzione che avrebbe portato l'attaccante a ricevere soltanto due giornate di squalifica anzichè tre.

Probabile però che nella decisione della Commissione Disciplinare abbiano avuto un peso i precedenti di Ibrahimovic, che l'anno scorso per un episodio simile ai danni di Marco Rossi, all'epoca difensore del Bari, era stato costretto a saltare il derby nonostante la riduzione della pena.

Per Allegri un brutto colpo, anche se preventivato: il tecnico ha lavorato in queste settimane per 'abituare' la squadra all'assenza di Ibra e nel match contro la Juventus avrà a disposizione anche Alexandre Pato, pienamente recuperato.

Sullo stesso argomento