thumbnail Ciao,

La squadra di Reja, che ieri ha disputato un grande secondo tempo, rimontando il Cesena, adesso è in piena lotta per la qualificazione in Champions League.

C'è grande soddisfazione in casa Lazio dopo la vittoria in rimonta ottenuta sul Cesena che mantiene inalterate le speranze di terzo posto per la squadra di Reja. Tre goal in 10 minuti, il siluro di Hernanes, le zampate di Kozak e Lulic. E pensare che il doppio vantaggio dei bianconeri di Arrigoni faceva presagire le solite polemiche attorno ai mancati acquisti e ad una rosa troppo esigua per lottare per il vertice.

Invece nell'intervallo Reja ha saputo motivare i suoi. Il direttore sportivo Tare spiega di aver capito già dall'atteggiamento della squadra che il risultato sarebbe stato ribaltato: "Negli spogliatoi erano tutti in piedi, volevano rientrare subito in campo per riprendere la partita. Devo ringraziare la squadra ed il pubblico, che nonostante il momento negativo non ha smesso un minuto di sostenere i ragazzi. Adesso andiamo avanti, questa vittoria era fondamentale per il prosieguo della stagione". Una rimonta del genere la Lazio l'ha fatta nel 2005. L'allenatore era Delio Rossi, col Palermo ci fu un recupero dallo 0-2 al 4-2.

Inutile dire come la scossa sia però arrivata dai fuoriclasse della squadra, Klose ed Hernanes su tutti. Il brasiliano ha firmato il settimo goal stagionale in campionato. E' tornato sui suoi livelli da quando gioca nuovamente in posizione più avanzata: "E' una posizione migliore, posso giocare più avanti. Ad ogni modo decide sempre Reja dove devo giocare. Siamo molto contenti dopo questa partita, abbiamo dimostrato che la Lazio non muore mai".

Importante anche la prestazione di Gonzalez: "Siamo felici di essere nuovamente in zona Champions. Adesso vogliamo andare avanti anche in Europa League, possiamo fare bene contro l'Atletico".

Sullo stesso argomento