thumbnail Ciao,

Secondo la Corte federale il presidente biancoceleste deve rimanere nel Consiglio, nonostante la condanna in primo grado in un processo penale: infuriato Petrucci...

La Corte federale ha deciso: Claudio Lotito può rimanere in Consiglio, nonostante la condanna in primo grado nel processo di Calciopoli. L'organo di giustizia della Figc, interpellato dal presidente Giancarlo Abete, ha stabilito che "le disposizioni allo stato vigenti non consentono di individuare un'ipotesi di sospensione dalla carica di consigliere federale di condanna con sentenza penale non definitiva di primo grado".

Non solo. Stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, la Corte ha sancito anche che la normativa etica introdotta di recente dal Coni (che stabilisce la sospensione per i consiglieri condannati, pure in primo grado, per reati sportivi) si applica ai casi futuri, e quindi non avrebbe valore nella vicenda Lotito.

Una decisione che ha fatto arrabbiare tutti, persino in Figc: "Allucinante", l'hanno definita. Infuriato il presidente del Coni Gianni Petrucci, che ha redatto un comunicato in merito: "Meraviglia nella maniera più assoluta che un organo consultivo federale abbia esteso un proprio parere a fattispecie giuridiche non richieste e comunque di esclusiva competenza della Giunta Nazionale del Coni".

"Un'interpretazione - si legge ancora - che va ben al di là delle richieste di merito, diventando una pericolosa invasione di campo e una sgarbata intromissione nelle prerogative dell'Alta Corte di Giustizia presso il Coni, unico organo con funzioni consultive e giurisdizionali al quale il Comitato Olimpico Nazionale Italiano fa riferimento per Statuto. Resta inteso che la direttiva emanata il 20 dicembre è immediatamente esecutiva e le Federazioni sono state già chiamate a recepire al più presto i relativi adeguamenti normativi. I principi etici non prevedono pareri interpretativi".

La Corte, naturalmente, ha fatto felice Lotito e anche il n.1 di Lega Beretta: "Siamo soddisfatti: la Corte di giustizia federale ha riconosciuto le buone argomentazioni della Lega A che si è battuta per far valere ragioni di metodo e di sistema generali". Il patron biancoceleste potrà, dunque, prendere parte al prossimo Consiglio federale, che, però, sarà chiamato a recepire proprio quella direttiva del Coni che dovrebbe estrometterlo...

Un sospiro di sollievo extra-calcistico per la Lazio, che soffre, invece, sul campo. Gli uomini-cardine sono in netta difficoltà e non stanno ripetendo la bella stagione scorsa. Parliamo di gente come Dias, Radu, Biava, Ledesma ed Hernanes. Il Profeta ha risposto raramente presente in questa stagione: problemi tattici e adesso anche fisici lo stanno limitando.

La difesa, poi, sta balbettando, e pure qui centrano gli infortuni. Come quello che ha colpito Konko, che forse ritornerà in campo solo a fine mese, contro il Chievo.

Sullo stesso argomento