Napoli, un anno dopo è ancora caccia all'erede di Lavezzi: nel mirino c'è il Papu Gomez! E per la panchina salgono le quotazioni di Pioli

ESCLUSIVA - Il club azzurro cerca un sostituto del Pocho Lavezzi, ancora troppo rimpianto sotto il Vesuvio. Mirino puntato su Catania, piace Gomez. E per la panchina ecco Pioli.

Tutti gli analisti e gli intermediari di mercato sono concentrati sulla prossima prima punta da abbinare al Napoli, dove effettivamente Cavani (per mille buoni motivi, tra cui il profitto economico del club partenopeo), ha fatto il suo tempo. E se i primi tentano di capire il nome da lanciare a livello mediatico, i secondi cercano invece di fiutare l'operazione che possa garantire il gruzzolo giusto.

Eppure radiomercato racconta di movimenti apparentemente meno logici, ma ugualmente rilevanti: il Napoli si è infatti messo a testa bassa sulle tracce di Alejandro Gomez, noto anche come "El Papu", formidabile a Catania, ormai adattatosi senza remore nel campionato italiano. Genio e concretezza, punta esterna di fantasia e sostanza.

Attenzione, l'interesse azzurro per l'argentino non contrasta con il lancio programmato di Lorenzo Insigne, per il quale De Laurentiis non è disponibile ad ascoltare offerte. Questi fatti testimoniano anche il cambio di rotta tecnico. Il Napoli del futuro, con o senza Gomez, si dirige verso il tridente.

Piuttosto la posizione che potrebbe essere riveduta è quella di Goran Pandev, giocatore caro a Mazzarri (meno alla piazza) e comunque sempre nel mirino di top club russi tra i quali il Rubin Kazan.

Tornando a Gomez, in pole c'era l'Inter che però probabilmente mollerà la presa a fronte di altre necessarie operazioni di mercato, poi la Fiorentina di Montella, che adesso cerca qualcosa di diverso dopo l'esplosione di Ljaijc, il tutto a prescindere dalla futura partenza di Jovetic (lì c'è Pepito Rossi).

Le cose e le vicende del calcio mutano in fretta e a luglio il Napoli sarebbe di fatto l'unica tra le italiane disposta ad accontentare Pulvirenti con i 15 milioni necessari per arrivare al talento argentino classe 1988. Se poi si vuol provare ad andare anche oltre nel ragionamento, qualcuno sente odore di Maran in azzurro, quando in realtà a oggi l'unico club ad aver avvicinato il tecnico di Rovereto è stata l'Udinese.

Piuttosto, dovendo azzardare, si potrebbe dar credito alle voci su Stefano Pioli, grande estimatore di Gomez. Certo la sua prima scelta sarebbe il figliol prodigo Gastòn Ramirez, ora al Southampton, Ramirez ancora più di Diamanti sempre molto attratto dalle sirene della Milano nerazzurra.