thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - L'attaccante del Watford, ma di proprietà dell'Udinese, Matej Vydra, è nel mirino di Manchester City e Juventus.

Il nome ai più potrebbe significare poco e nulla, ma molti addetti ai lavori, invece, la materia la conoscono molto bene.

Matej Vydra, attaccante di proprietà dell’Udinese,  attualmente in prestito agli inglesi del Watford, ha stregato i più importanti club europei. Nello specifico, secondo le indiscrezioni raccolte da Goal.com Italia, il Manchester City di Roberto Mancini avrebbe messo nel proprio mirino l’ennesimo gioiello sfornato dalla famiglia Pozzo, accompagnato da una Juventus intrigata dalla medesima pista.
 
Premessa. La Vecchia Signora, al di là dell’aver visionato il 20enne gioiellino ceco, non ha mosso passi ufficiali. I personali consiglieri di Antonio Conte gli hanno segnalato questo calciatore assai interessante, autore fin qui di 20 reti in 29 presenze nella sua prima esperienza nel Regno Unito, punto di riferimento per Gianfranco Zola che di lui dice: “Sta facendo qualcosa di fantastico, lavora molto per la squadra e si merita tutti gli apprezzamenti che sta ricevendo”.
 
D’altra parte, e la storia recente lo testimonia palesemente, strappare talenti simili dalle mani della famiglia Pozzo è pressoché impossibile. A meno, ovviamente, di clamorose proposte. E se in Corso Galileo Ferraris non hanno ancora preso in esame questa prospettiva, gli attuali campioni di Inghilterra, dal canto loro, un piccolo pensierino lo stanno facendo. Vuoi perché stanno ammirando le prodezze dell’ex Banik Ostrava in Championship, vuoi perché si sta discutendo di un prospetto dall’investimento pressoché sicuro.
 
Di cifre, ovviamente, non se ne parla. I bianconeri friulani valutano attentamente il tema, meditano di lanciarlo la stagione ventura nel Belpaese, e incominciano a pregustare l’ennesimo capolavoro di mercato. Proprio per questo motivo, sempre secondo i bene informati, avvicinarsi a Vydra in questo momento è impossibile, in quanto si sta discutendo di un giocatore non sul mercato.
 
Nel suo curriculum, l’attualmente bomber allenato da Magic Box, vanta un’esperienza nello storico club belga del Club Bruges. Tuttavia, però, in Belgio non è riuscito ad affermare il proprio valore per colpa di un grave infortunio rimediato in un match di coppa contro il Dessel Sport: rottura del legamento crociato del ginocchio destro e stagione 2011-2012 nel dimenticatoio.
 
D’altra parte, e i pazzeschi numeri lo confermano ampiamente, a distanza di un anno l’elemento cresciuto nelle giovanili del Chotebor è tornato più forte di prima. Dotato di buon fisico, abile nel calciare con entrambi i piedi, è una vera e propria tortura per le difese avversarie. La sua duttilità, associata a una grande mobilità, lo rende difficilmente marcabile. Inoltre, sempre in terra inglese, ha scoperto anche la sua grande vena realizzativa, segno di un piccolo campioncino in piena fase di crescita.
 
Il Manchester City le sirene le ha già accese, mentre la Juventus medita se farlo o meno. Il tutto al momento è ancora in una fase embrionale, soprattutto per Marotta e soci. La famiglia Pozzo, che vanta la proprietà e dell’Udinese e del Watford, grazie a un meticoloso lavoro di scouting è riuscita ad assicurarsi un’altra plusvalenza da raccontare ai nipotini. Oltremanica Vydra viene già ritenuto una certezza, qualcuno riuscirà a strapparlo anzitempo dalle sapienti mani pozziane? Missione durissima. Per tutti, sceicchi e non.

Sullo stesso argomento