thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Nonostante le richieste del Bayern Monaco, pronto ad offrire 30 milioni, la Juventus non ha alcuna intenzione di privarsi di Arturo Vidal.

Arturo Vidal e la Juventus. Un amore sbocciato il 22 luglio del 2011, destinato a durare ancora a lungo. Infatti, nonostante sul calciatore si sia sviluppato l’interesse acceso del Bayern Monaco, la Vecchia Signora non sembrerebbe essere intenzionata a privarsene, anche qualora dovesse giungere in Corso Galileo Ferraris un’offerta di valenza significativa.
 
Secondo quanto raccolto nelle ultime ore dalla redazione di Goal.com Italia, l’offensiva tedesca nei confronti del top player cileno sarebbe veritiera. Tanto da far trapelare le cifre: assegno da 30 milioni di euro già pronto.

D’altra parte, come sottolineavamo nell’apertura dell’articolo, Madama per il suo futuro prossimo s’è posta l’obiettivo di ampliare il tasso tecnico della rosa aggiungendo campioni. Quindi, una cessione di questo tipo, scombinerebbe clamorosamente i piani di questo pensiero dirigenziale.

Proprio per questo motivo, al di là della questione puramente economica, appare assai improbabile che Marotta e soci possano decidere di cedere 'Celia Punk' e, di conseguenza, il sacrificio, ovvero non cederlo per nessuna cifra al mondo, dovrebbe scattare di default.
 
L’interessamento di alcuni club nei confronti del soggetto in questione, è ascrivibile già alla scorsa estate. Il Real Madrid di Josè Mourinho, infatti, aveva chiesto informazioni alla Vecchia Signora prima di acquistare Luka Modric dagli inglesi del Tottenham. La stanza dei bottoni zebrata in quel caso non ha nemmeno voluto ascoltare le argomentazioni madridiste, in quanto la vendita di questo calciatore, aspetto che vale anche per l’attualità, non vige minimamente nei pensieri torinesi.
 
Interrogativo lecito: ma se nel capoluogo piemontese dovesse pervenire, realmente, una proposta pressoché irrinunciabile, è così scontato che la Juventus la rifiuti? Il dovere di cronaca, almeno per il momento, dice di sì. Conte, ma in generale l’intero globo juventino, crede fortemente nel progetto e, la partenza del cuore metodista juventino, comporterebbe un ridimensionamento, perlomeno sulla carta, significativo.
 
La sensazione è che i tifosi juventini potranno ammirare ancora per tanto tempo le prestazioni di uno degli idoli dello Juventus Stadium. D’altronde, e anche in maniera piuttosto esplicita, lo stesso Vidal ha ammesso pubblicamente di voler rimanere a lungo alla corte contiana. Una testimonianza che spegne automaticamente le sirene delle dirette interessate.

Sullo stesso argomento