thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Con Llorente ormai assicurato per la prossima stagione, la Juventus va in pressing sul Lione per Lisandro Lopez. Lo stesso Agnelli si sarebbe mosso per convincere Aulas

Continuano le grandi manovre della Juventus per cercare di inserire nell’attuale reparto offensivo un elemento di spessore. E se l’ingaggio estivo di Fernando Llorente è ormai un dato appurato, così come confermato più volte da Goal.com Italia, la corsa a Lisandro Lopez è senza dubbio complessa, ma non proibitiva.

La Vecchia Signora ha tentato in tutti i modi di portare il centravanti basco già a gennaio alla corte di Antonio Conte. Ma nei colloqui sull’asse Torino-Bilbao i dirigenti dei Rojiblancos hanno fatto intendere di voler portare il proprio tesserato verso la naturale scadenza di contratto, nonostante dall'Italia fosse giunta un’offerta di 4 milioni di euro più un bonus scudetto.

Il presidente dei biancorossi, Josu Urrutia, avrebbe contattato di persona i vertici del club bianconero per spiegare le motivazioni del rifiuto alla proposta zebrata, spiegando loro come la vicenda sia puramente una questione di principio legata alle recenti ruggini che hanno incrinato rapporto tra il Re Leone e il suo attuale (ancora per poco) club.

Marotta e soci, pur avendo formulato una proposta assai ragionevole per un prossimo acquisto gratuito, non hanno voluto forzare la mano, accettando la decisione dell'Athletic. Quindi, salvo clamorosi colpi di scena, questo argomento è giunto al capolinea.

La dirigenza juventina, complice un gentlemen’s agreement stipulato a ottobre con il calciatore, può ormai considerare Llorente il primo rinforzo della prossima sessione estiva.

Llorente? Non ci nascondiamo dietro un dito, abbiamo informato l'Athletic: giocherà con la Juventus dal 1 luglio

- Beppe Marotta

E poi c’è lui, la classica occasione marottiana, forse la più prestigiosa nel suo ruolo disponibile sul mercato. Stiamo parlando ovviamente di Lisandro Lopez, ormai prossimo a salutare l’Olympique Lione.

Il bomber argentino piace molto alla Juventus, che lo avrebbe chiesto ufficialmente ai transalpini con la formula del prestito oneroso (2 milioni) con diritto di riscatto fissato a sette. Questa formula, però, non convince i francesi, i quali vorrebbe effettuare subito una cessione a titolo definitivo.

A tal proposito, per cercare di trovare una soluzione, si sarebbe mosso direttamente il presidente juventino Andrea Agnelli. Secondo quanto raccolto da Goal.com Italia, nei giorni scorsi il numero uno di Corso Galileo Ferraris avrebbe contattato telefonicamente Jean-Michel Aulas, massimo esponente dei biancoblù di Francia. Un gesto significativo effettuato col fine di strappare il fatidico "sì".

I bianconeri, proiettati più che mai verso il pareggio di bilancio, non intendono realizzare operazioni onerose in questa finestra e puntano a bissare un affare alla Peluso; quindi momentaneo, ma finalizzato alla definizione totale. A Torino si attendono risposte.

La Juventus in queste ore cercherà di capire se esistono reali possibilità di acquisire l’ex Porto con la formula gradita. Qualora questa prospettiva dovesse rivelarsi fallimentare, subentrerebbe una nuova strategia, ossia quella di riportare a casa una vecchia conoscenza. Ogni riferimento a Ciro Immobile è puramente voluto...

Sullo stesso argomento